YANKEE - L' AMERICANO

Anno: 1966
Aka:
El Yankee ovvero matar o morir (Spain) | Yankee (U.S.A.) | Yankee (Germany)
Regia:
Tinto Brass
Cast:
Philippe Leroy, Adolfo Celi, Thomas Torres, Mirella Martin.
Durata:
93 min. eston.
Musiche: Nini Rosso

Ai confini tra Messico e Stati Uniti, in una remota zona, vivono di rapine ed omicidi numerosi malviventi, capeggiati dal Grande Concho. Un giorno arriva al villaggio Yankee, un abile pistolero straniero, che, subodorata la possibilità di far denaro eliminando tutti i componenti della banda, su ciascuno dei quali pendono ingenti taglie, si presenta allo stesso Concho e gli propone di perseguire tale scopo in società, dividendo poi il ricavato. Il Concho, tenta di ucciderlo. Ma il pistolero si salva ed inizia una battaglia mortale che prosegue con alterne vicende, e con il progressivo assottigliarsi dei componenti della banda. Un giorno il Concho organizza un colpo contro un carico d'oro scortato da militari, ma quando il bandito ed i suoi stanno inneggiando alla vittoria lo Yankee si ripresenta e, dopo avere eliminato gli uomini, affronta ed uccide il capobanda. Dopo essersi preso dal bottino la sola somma equivalente all'insieme delle taglie, lo straniero si allontana a cavallo come era arrivato.



Primo e unico western di Tinto Brass. In quegli anni ogni produttore chiedeva a un regista di girargli un western, perchè erano incassi certi e come tutti i registi che fecero un incursione nel genere, anche Tinto Brass come accadde per Giulio Questi, aveva pensato ad un western sperimentale. Ma mentre per Questi i produttori lo lasciarono fare, qui lo stravolgimento da parte della produzione ha dato luogo a un prodotto indeciso tra il western classico e le sue derive fumettistiche. L'ira di Brass si fece sentire anche all'epoca, quando più volte chiese alla produzione di ritirare il suo nome dal film, trovandolo troppo lontano da quella che era la sua idea iniziale. La peculiarità sta nel montaggio frenetico, in momenti bondage (la donna nuda legata al palo), nei dialoghi coloriti e molte sequenze innovative e anche violente (i denti d'oro asportati col calcio della pistola, il cerchio di fuoco, Rosita uccisa a freddo da Celi, un'impiccagione che anticipa quella di C'era una volta il west). Lasciano perplessi le scarse ambientazioni e un Leroy molto spaesato e fuori parte, ma il film nel complesso funziona. L'unica cosa a non funzionare è forse proprio la trama, piuttosto banale. Western nel complesso abbastanza interessante, ma sicuramente sarebbe stato un cimelio se la produzione avrebbe dato carta bianca al visionario Tinto Brass.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus