LA VOCE DEL WESTERN ITALIANO

Anno: 2010
Regia:
AL P.Mangini
Durata: 126 min. eston.
Musiche: VARI

Destinato ad influenzare per anni, e ancor oggi, tanti altri generi, il Western italiano non ha mai avuto una voce. La voce di una critica più ampia.
Questo documentario vuole essere quella voce. Vuol essere un lungo plauso a un genere poco conosciuto, poco capito ma soprattutto troppo poco amato per quanto invece esso non abbia fatto per il Cinema non solo italiano ma anche estero.
Il Western italiano ha avuto molto più di una storia, ha avuto una identità. E come tutte le identità la sua storia non è mai finita. In un appassionante viaggio tra la filmografia di svariato genere, il documentario mette in luce le contaminazioni che il Cinema Western ha saputo dare ad opere divenute poi di prestigio e ricoperte di premi. Un'influenza avvenuta sempre in silenzio.
Quello stesso silenzio che tanto caratterizzava certi suoi tipici eroi dagli occhi di ghiaccio. I premi per molti di questi grandi film Western non sono però mai arrivati.
Questo documentario intende raccontare di come a volte i premi dimentichino di dare merito alle fonti di tante ricchezze, solo perchè sono fonti silenziose. Dedicato agli amanti del genere ma pensato per chi quel genere non lo conosce, forse non lo ha neanche mai apprezzato, convinto che dietro i mantelli dei cowboy della produzione italiana ci fossero solo pistole e cavalcate.
Questo viaggio vi mostrerà quant'altro c'era da scoprire. La follia, la distruzione, la vendetta, la pietà, la rinascita, l’amore e poi la vita del West che rendeva tutto più difficile e la violenza che sembrava essere l'unica risposta possibile.
Il Cinema deve tanto alla sofferta onestà con la quale il Western sapeva parlare di temi così distanti mescolandoli, come del resto voleva la grande lezione della tragedia greca, in un’unica complessa trama che è l'uomo. La critica cinematografica per anni ha sottovalutato una lettura più approfondita di molti di questi film, ma soprattutto ha ignorato come molti registi da Tarantino a Jarmusch si siano ispirati a questi film. Ha ignorato come ogni regista italiano raccontava nei suoi western, il suo mondo, il suo viaggio,le sue passioni. Perchè il West, con quel deserto che anche la critica dimenticava, con i suoi spazi aridi per molti di questi grandi autori è stata una sfida e alcuni di essi proprio li, vi hanno lasciato le loro opere migliori
.



"Un opera bella è toccante, sopratutto per l'amore sincero che riesce a trasmettere nei confronti dell'unico vero cinema italiano che abbia avuto veramente un significato." (Antonio Bruschini)

"L'autore della più grande enciclopedia multimediale sul western italiano. Realizza un Documentario che stordisce ed emoziona, per musiche, immagini e parole." (Cine B-Movie Magazine)

Altre Recensioni: BrunezJournal - MarisaMellBlog - Il Davinotti.it - DeReLudica Blog -

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO


SEQUENZA 1

SEQUENZA 2

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus