I VIOLENTI DI RIO BRAVO

Anno: 1965
Aka:
Pyramid Of The Sun God (U.S.A.) | Die Pyramide des Sonnengottes (Germany) | Les mercenaires du rio grande (France)
Regia:
Giorgio Ferroni
Cast:
Lex Barker, Gerard Barray, Michèle Girardon, Rick Battaglia, Ralf Wolter, Alessandra Panaro.
Durata:
113 min. eston.
Musiche: Erwin Halletz

Durante la guerra in Messico, al tempo dell’imperatore Massimiliano d’Austria, il dottor Sternau viene incaricato dal presidente americano Lincoln di portare un messaggio al generale ribelle Juarez. Compiuta la missione, Sternau si fa convincere e va dal conte Don Ferdinando di Rodriganda, usando il suo ascendente per metterlo contro l’impero francese. Il figlio di Don Ferdinando, Alfonso, invece convince il padre a battersi in duello con il dottore. Il padre rimane mortalmente ferito, ma prima di morire disereda il figlio e lo mette sotto la tutela del dottore. Ma Sternau è stato catturato dai francesi e Alfonso, accusandolo dell'omicidio di suo padre, lo fa condannare a morte. Il dottore si salva, ma deve vedersela con la cupidigia del conte e con i traditori del generale Juarez, che vogliono arrivare all'antico tesoro degli Atzechi.



Robert Siodmak, firma il suo unico western italiano. Western per la precisione di coproduzione italotedesca che prima dell'ondata grazie a Sergio Leone andava per la maggiore in quegli anni. Western avventurosi a cui avevano partecipato attori come Terence Hill, Klaus Kinski, Tony Kendall, Mario Adorf e Anthony Steffen, sopratutto nella serie dei film sull'indiano Winnetou. A fare da location a queste avventure erano i gradi pascoli e le grandi foreste della Croazia. Nel ruolo del protagonista in questo film troviamo Lex Barker, attore americano, famoso Tarzan. Storia della pellicola tratta da due romanzi di Karl May che firmò pure Winnetou, trattasi di un western avventuroso, sullo stile del tipico romanzo avventuroso rivisto con lo sguardo del grande cinema hollywoodiano dell’epoca, fatto di grandi battaglie, grandi amori e grandi tragedie. Gli attori sono tutti abbastanza schematici e noiosi si salva solo Rik Battaglia che nel film interpreta il cattivo Verdoja, personaggio negativo ma più carismatico anche del protagonista. In sostanza il film è zeppo di grandi cavalcate, grandi inquadrature delle location croate e suggestivi e giganti set, per il resto è un vero e proprio guazzabuglio visivo, tempi maya con dentro tesori aztechi custoditi da pellerossa americani, in più le solite scene tragiche di donne e amori infranti, con un finale ancora più surreale, fatto dal custode del tesoro, pellerossa che con il solo toccare le pietre, causa esplosioni a distanza che a loro volta generano eruzioni vulcaniche (Mah!). In sostanza un film che di western all'italiana non ha proprio niente, va annoverato solo per essere una coproduzione italiana. In conclusione per gli appassionati del genere western, lo sbadiglio è garantito..

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus