OGNUNO PER SE

Anno: 1968
Aka:
Los Profesionales del Oro (Spain) | The Ruthless Four (U.S.A.) | Das Gold von Sam Cooper (Germany) | Chacun Pour Soi (France)
Regia:
Giorgio Capitani
Cast:
Van Heflin, George Hilton, Klaus Kinski, Gilbert Roland, Sarah Ross, Rick Boyd, Giovanni Scratuglia, Sergio Doria.
Durata: 102 min. eston.
Musiche: Carlo Rustichelli

Dopo lunghi anni di lavoro, Sam Cooper, un cercatore d'oro, riesce a scoprire una vena aurifera. Non potendo portare tutto l'oro con se, Sam è costretto a far saltare l'entrata della miniera e a tornare al villaggio. Qui è raggiunto dal figlioccio Manolo che egli ha precedentemente mandato a chiamare perché possa aiutarlo a trasportare l'oro. Il figlioccio di Sam giunge assieme a uno strano individuo che sembra dominare la sua volontà e Cooper, pur non fidandosi del nuovo venuto, è costretto ad accettarlo nella spedizione. Al terzetto ben presto si unisce un altro uomo, un vecchio amico di Sam. I quattro raggiungono la miniera e dopo un duro lavoro per recuperare l'oro, riprendono la via del territorio. Ma ben presto nel gruppo nascono diversi motivi di contrasto che si concludono con la morte dei tre collaboratori di Sam. Così soltanto questi riesce a raggiungere il villaggio con il carico d'oro.




Un western che si sofferma molto sulla psicologia dei protagonisti, anche se in alcuni tratti lo fa in una maniera alquanto sconclusionata, questo non fa di questo western una pellicola da sottovalutare, anzi a è forse l'unica pecca di questo straordinario e avvincente western. Il film è sorretto da poche ma bellissime scene d'azione, grandi momenti narrativi e altrettanta ottima regia di Capitani (che diresse il capolavoro "Delirio" nel 1953). Film scritto da Fernando Di Leo e Augusto Caminito, storia che appassiona e prende da subito anche lo spettatore meno attento. Attori di grande livello come Van Heflin (vincitore dell'Oscar nel 1943 per l'interpretazione in Sorvegliato speciale) qui nel ruolo del protagonista, George Hilton sempre all'altezza, qui nel ruolo di Manolo, Gilbert Roland e un Klaus Kinski che come al solito nei ruoli da cinico e freddo da il meglio di se. Altra nota va per il personaggio di Gilbert Roland che stranamente a parte il nome è identico al personaggio che ha proposto in "Vado L'ammazzo e Torno" di Castellari. Nel complesso questo straordinario e originale western occupa di certo uno dei posti alti della classifica dei western realizzati in Italia.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus