ALLA CONQUISTA DELL' ARKANSAS

Anno: 1964
Aka:
Sangre en la pradera (Spain) | Massacre at Marble City (U.S.A.) | Die Goldsucher von Arkansas (Germany) | Les Chercheurs d'or de l'Arkansas (France)
Regia:
Alberto Cardone
Cast:
Brad Harris, Mario Adorf, Dieter Borsche, Marianne Hoppe, Thomas Alder, Olly Schoberova, Horst Frank, Ralf Wolter.
Durata: 90 min.
Musiche: Francesco De Masi

A Marble City un indiano paga del wisky con pepite d'oro. Immediatamente la notizia si propaga ed ha inizio la corsa all'oro; corsa che viene resa più drammatica dall'esistenza di una mappa indiana la quale passa di mano in mano. Si organizza una grande carovana che troverà sul suo cammino sia gli agguati dei fuorilegge, sia la resistenza degli indiani i quali tentano d'impedire con la forza l'invasione dei loro territori.



Western di co-produzione Germania-Italia-Francia. Film che usa sia il cast che le location dell'altro western I Gringos Non Perdonano sempre di Cardone realizzato in contemporanea. Purtroppo nonostante l'impiego inconsueto di grandi mezzi, il film riesce appena a trovare il ritmo ed il tono adatto e necessario a non procurarvi un colpo di sonno. Comunque non è un western tra i peggiori per quel che riguarda la realizzazione, purtroppo segue più gli schemi classici del filone western americano che quelli del western all'italiana. Risultato: Noiosetto.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus