DIO PERDONI LA MIA PISTOLA

Anno: 1969
Aka:
God Will Forgive My Pistol (U.S.A.) | Django - Gott, vergib seinem Colt (Germany) | Dieu pardonne à mon pistolet (France)
Regia:
Leopoldo Savona & Mario Gariazzo
Cast:
Wayde Preston, Loredana Nusciak, Josè Torres, Giuseppe Addobbati, Dan Vadis, Livio Lorenzon.
Durata: 90 min.
Musiche: Vasili Kojucharov

Un ranger, Johnny Brennan, soprannominato "Texas", viene incaricato di far luce sull'impiccagione di un vecchio proprietario terriero, un certo Prescott, accusato di aver derubato un postale. L'arrivo di "Texas" nel villaggio di Okland City mette in agitazione il vecchio Martin, padrone del ranch confinante con quello di Prescott. Martin non gradisce la presenza di "Texas" e lo manifesta chiaramente: solo grazie alla sua abilità, infatti, il ranger riesce a scampare ai vari attentati degli uomini del vecchio possidente. Gladys, figlia di Martin, rivela a "Texas" che tra il padre ed il vecchio Prescott esisteva una annosa rivalità a causa dell'uso delle acque del fiume che attraversa le due proprietà. Proseguendo nelle sue indagini, "Texas" rintraccia Jerome, che aveva partecipato all'assalto del postale, il quale confessa che è stato Martin ad architettare la rapina e a far accusare Prescott. Ormai scoperto. Martin cerca scampo nella fuga, ma "Texas" riesce egualmente ad assicurarlo alla giustizia insieme ai suoi complici.




Realizzato effettivamente nel 1966 da Mario Gariazzo che ne scrive anche la sceneggiatura per la Arborea spa di Cagliari che però fallisce nel 1967 con il titolo "L'uomo dai dadi d'oro". Il materiale girato viene preso dalla società Ambrosiana Cinematografica che denuncia l'inizio lavorazione il 10 Marzo 1969 presso gli stabilimenti Elios Film di Roma. Cosa non vera perchè il film era già stato quasi tutto girato 3 anni prima. Comunque Leopoldo Savona ne completa le riprese (o cosi pare). Western a tratti lento e scontato, ma comunque piacevole, trovata degna di nota è la pistola-a-stampella utilizzata dal protagonista e i suoi molteplici trucchi che se la regia è effettivamente del 1966 precedeno di qualche anno John Garko e il suo Sartana. In più qui il personaggio di Texas effettua molti travestimenti in stile Fantomas per disorientare i suoi nemici. Purtoppo anche se ha elementi originali il film risulta visivamente abbastanza rattopato, le scene poco spettacolari e la trama lenta e scontata non ne fanno una pellicola piacevole da vedere. Anche le musiche non spiccano per originalità, infatti sono le stesse di Una Lunga Fila di Croci come la locandina che è addirittura ripresa da Ringo Il Volto Della Vendetta. Complessivamente è una pellicola mediocre.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus