JOE! CERCATI UN POSTO PER MORIRE

Anno: 1968
Aka:
Oeste sin Fronteras (Spain) | Find a place to die (U.S.A.) | Ringo - Such Dir einen Platz zum Sterben (Germany) | Ringo! Cherche une place pour mourir (France)
Regia:
Giuliano Carnimeo
Cast:
Jeffrey Hunter, Pascale Petit, Piero Lulli, Daniela Giordana, Nello Pazzafini, Aldo Lastretti.
Durata: 88 min.
Musiche: Gianni Ferrio

Liza e Paul Martin, cercatori d'oro, vengono aggrediti, nei pressi della loro miniera, dagli uomini della banda di Chato. Pur essendo riuscito a sconfiggerli, Paul resta prigioniero di alcuni massi precipitati in seguito a un'esplosione. Liza, recatasi a Nido de Aguila in cerca di soccorso, ottiene l'aiuto di Joe Collins, ex-ufficiale di cavalleria, e di Gomez suo socio in un losco traffico di armi. Ad essi, mossi unicamente dal desiderio di metter le mani sull'oro dei Martin, si associano Paco, un pistolero, Fernando, un atletico individuo, e Riley, una losca e viscida persona che si spaccia per prete. Raggiunta la miniera, Joe e gli altri scoprono che Martin è stato ucciso e l'oro trafugato da Chato, segretamente d'accordo con Gomez. Tornato a Nido de Aguila, Collins organizza l'assalto al rifugio di Chato, il quale viene ucciso dal suo stesso socio, postosi scopertamente al comando dei fuorilegge. Morti Fernando e Riley, Joe - sul quale la vicinanza di Liza ha operato un benefico cambiamento - affronta Gomez in duello e lo uccide. Recuperato l'oro, egli e Liza si dirigono verso la California, per iniziare insieme una nuova vita.




Un western niente male, buone inquadrature e abbastanza carino nelle scene di azione e nella storia. In Olanda, questo film venne presentato con la frase: Un moderno film d'azione, con un pizzico di erotismo. Infatti la Petit e la Giordano, in ruoli molto importanti aggiungono un pizzico di erotismo alla pellicola. Western unico anche per essere stato girato totalmente in esterni, senza una sola scena in una città western. Alcune scene iniziali sono girati all'ombra delle rovine di un monastero, e anche altre scene sono sempre di fronte a resti di edifici religiosi, creando un'atmosfera di decadenza molto originale. Alcune scene dicono che siano state girate da Hugo Fregonese. La sceneggiatura è ispirata a un western americano, "Il Prigioniero Della Miniera" del 1954, di Henry Hathaway, e questo spiega anche il finale romantico, poco tipico negli spaghetti western. Tra il cast nel ruolo del protagonista vi è Jeffrey Hunter considerato uno degli attori più promettenti di Hollywood, ma la sua carriera andò in declino dopo aver avuto seri problemi di alcolismo. L'attore rimase ferito in un'esplosione avvenuta sul set del suo ultimo film, La vera storia di Frank Mannata (1969), girato in Spagna. Rientrato negli Stati Uniti, fu ricoverato in seguito a vertigini ed emicranie. Pochi giorni più tardi, fu colpito da una fatale emorragia cerebrale, in seguito alla quale cadde dalle scale della propria abitazione, riportando una grave frattura al cranio. Morì senza aver ripreso conoscenza, il 27 maggio 1969, all'età di soli 42 anni. Tra le attrici oltre alla bella e sensuale Pascale Petit vi è una bellissima Daniela Giordano eletta Miss Italia due anni prima. Nel complesso è un western abbastanza carino, non esalta come spaghetti western ma come western avventuroso è sicuramente interessante.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus