SETTE MAGNIFICHE PISTOLE

Anno: 1966
Aka:
Siete pistolas para Timothy (Spain) | Seven Guns for Timothy (U.S.A.) | Sancho - Dich küsst der Tod (Germany) | Les sept colts du tonnerre (France)
Regia:
Romolo Guerrieri
Cast:
Sean Flynn, Evelyn Stewart, Tito Garcia, Fernando Sancho, Spartaco Conversi, Poldo Bendandi.
Durata: 97 min.
Musiche: Gino Peguri

Timoty Benson, ragazzo timido e bene educato, dopo aver preso la laurea in legge si trasferisce in un paese del West dove ha ereditato una miniera d'oro. Ma la vita gli diventa presto difficile, perché nella zona spadroneggia un ricco messicano che, desideroso d'impadronirsi della miniera, uccide inesorabilmente chi accetta di lavorarvi. Per fortuna di Timoty, il suo fedele amministratore Corky, ridotto alla disperazione dalle vessazioni del messicano, parte e riesce a rintracciare e ad ingaggiare quattro suoi valorosi compagni d'arme: Penna Nera, Abel, Bert e Burt. Costoro, raggiunta la fattoria dell'inesperto Timoty, si adoperano per fare di lui nel più breve tempo possibile un perfetto eroe western. Quando Timoty dimostra di aver appreso la lezione, aprono le ostilità che si svolgono in varie riprese e con notevole numero di cadaveri. Nell'assalto finale del messicano alla fattoria, Timoty si trova costretto a combattere con il solo aiuto della fidanzata. Ma il fuoco nutrito dei due permette al drappello degli amici di giungere in tempo per l'eliminazione totale della banda. Timoty, uomo di legge e sposo felice, verrà acclamato sceriffo dell'ormai tranquillo paese.




Film Western di Romolo Guerrieri, ( lo zio di Enzo G. Castellari), il regista che nel 1966 realizzò i suoi unici 3 film western, questo, "JOHNNY YUMA" e il bellissimo "10.000 DOLLARI PER UN MASSACRO". Il film inizia con i titoli a foto animati, che sembra una sequenza mal riuscita del Carosello. Secondo Guerrieri, il film trae origine da un idea originale di Duccio Tessari e Sergio Corbucci. Il film è violento solo nel finale per il resto è più una commedia leggera per tutta la famiglia. Ci sono cose carine, come il personaggio di Timothy, una sorta di Leonardo Da Vinci. Quando le lezioni dei suoi amici rimangono inefficaci, Timothy utilizza le teorie di Da Vinci per calcolare le posizioni ideali di braccia e pugni per tirare un pugno o sparare un colpo ... e diventa un pugile perfetto e un tiratore scelto. Per il resto il film è davvero poca cosa a parte il fatto di essere il film che ha ispirato fortemente anni dopo Enzo Barboni con "...E poi lo chiamarono il Magnifico". Il personaggio di Timothy è impersonato da Sean Flynn, figlio di Errol, ragazzo dalla personalità inquieta, sembrava destinato a diventare un attore, ma ha avuto una breve carriera. L'anno dopo decise di diventare un fotoreporter, famoso per i suoi servizi durante la guerra del Vietnam. Nel 1970, mentre era in Cambogia con un collega, furono catturati dai ribelli comunisti. Secondo fonti governative, i due sono stati tenuti prigionieri per un anno e poi giustiziati, non sono mai stati trovati i loro corpie.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus