L' UOMO DELLA VALLE MALEDETTA

Anno: 1963
Aka:
El Hombre del valle maldito (Spain) | Man from the Cursed Valley (U.S.A.) | Der Rancher vom Colorado-River (Germany) | L'homme de la vallee amudite (France)
Regia:
Sirio Marcellini
Cast:
Ty Hardin, Iran Eory, Piero Leri, Jose Nieto, John Bartha.
Durata:
82 min. eston.
Musiche: Francesco De Masi

Gwen ha sposato, contro la volontà del padre, Burnet, un indiano, Torito, che ha seguito nella sua tribù. Una tribù nemica rapisce Gwen, ma la ragazza riesce a fuggire ed è salvata da Johnny, un cow-boy che dopo aver messo al sicuro Gwen si reca da Burnet per convincerlo a riprendersi in casa la figlia. Gwen intanto è stata ritrovata da Torito che l'ha condotta nella sua capanna dove vengono raggiunti da Burnet e Johnny. Torito si rifiuta di andare a vivere nel ranch di Burnet e Gwen decide di seguire da sola il padre. I due vengono accompagnati da Johnny il quale si accorge che Gwen ama profondamente il marito e decide allora di ritornare da Torito per indurlo a seguire la moglie. Nel frattempo la tribù di indiani che aveva rapito Gwen attacca il ranch di Burnet il quale, dopo una violenta battaglia, viene ucciso con tutti i suoi uomini mentre Gwen viene nuovamente rapita. Dopo varie avventure, la ragazza sarà liberata da Johnny e Torito.



Prodotto da Paolo Moffa, questo western diretto da Sirio Marcellini (anche se accreditato a Primo Zeglio) è una pellicola per certi aspetti interessante. Anche se è influenzata molto dai western americani, propone alcuni risvolti interessanti nella trama. Di sicuro se lo si guarda come western il film non offre granchè, anzi poche sparatorie e una protagonista che sfugge a più stupri (sia indiani che cowboy)- Il film come dicevo è più un dramma ambientato nel west, che un vero film western. La protagonista Iran Eory molto bella, in alcuni punti per essere sposata, pare civettare un tantino troppo con Ty Hardin, ma forse questo è proprio l'intenzione del regista, visto che lei si accorge di amare il marito indiano solo nel finale, anche Ty Hardin dopo averla soccorsa pare aiutarla proprio perchè invaghita di lei, in pratica come vi dicevo il film ha molto di sentimentale e poco di western. L'azione infatti è molto carente, qualche scazzottata e si spara agli indiani nel finale. Per gli amanti degli spaghetti western è comunque un film da evitare, tra i vari sguardi e occhi dolci dei personaggi si rischia di sbadigliare alla grande.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus