LO STRANIERO DI SILENZIO

Anno: 1969
Aka:
The Silent Stranger (U.S.A.) | Der Schrecken von Kung Fu (Germany) | Le cavalier et le samourai (France)
Regia:
Luigi Vanzi e Vincenzo Cerami
Cast:
Tony Anthony, Lloyd Battista, Kin Omae, Raf Baldassarre.
Durata: 86 min. eston.
Musiche: Stelvio Cipriani

Lo Straniero, pistolero e avventuriero solitario, dopo che è rimasto appiedato nel Klondike. Viene pagato 20000$ da un giovane giapponese, ferito a morte da una banba di banditi, per consegnare in Giappone un importante rotolo di pergamena ad uno shogun. Ma anche altri due malvagi signorotti sono interessati alla pergamena. Uno di questi è pure aiutato da un malvagio americano senza scrupoli che gli fornisce armi per la distruzione di massa, ma lo straniero, si metterà d'accordo coi due clan, senza mai rivelare le sue vere intenzioni, li farà scontrare per poi eliminarne i rimanenti e finalmente adempiere alla sua missione.



Bellissimo film, western bizzarro e divertente, avventuroso e fumettistico, nonché terzo capitolo dei quattro dello Straniero, il personaggio del bravo italo/ungherese/americano Roger Petitto, in arte Tony Anthony, che era gia apparso nei due classicissimi UN DOLLARO TRA I DENTI e UN UOMO, UN CAVALLO, UNA PISTOLA e che apparirà, nell'altrettanto bizzarro GET MEAN. Il film comunque punta di più sul mercato estero che italiano, e soprattutto su quello degli Stati Uniti dove esce col titolo di THE SILENT STRANGER e dove i due precedenti film dello Straniero erano andati alla grande. Tony Anthony lo produce, ne scrive l'inventivo soggetto e ne firma la sceneggiatura. A dirigerlo invece troviamo di nuovo Luigi Vanzi anche se però gran parte la dirige Vincenzo Cerami, anche sceneggiatore insieme ad Anthony, perché Vanzi si ammalò durante le riprese. Girato quindi nel 1968/69, a breve dall'uscita di UN UOMO, UN CAVALLO, UNA PISTOLA, comparirà nelle sale cinematografiche italiane soltanto però nel 1977 dopo che era gia uscito, nel 1974, in America. Precursore dei tanto amati film di kung fu e primo film a mescolare il western con questo genere. Bei combattimenti sotto la pioggia e begli scenari giapponesi. Film introvabile, come del resto altri western di Tony Anthony. Putroppo da noi questo film è uscito in una versione ultratagliata dai soliti maledetti distributori che capiscono meno del nulla del vero cinema e non si sono mai degnati di riproporlo al cinema in versione integrale, ne tantomeno distribuirlo per come merita. Spaghetti western che è stato ispiratore di molte pellicole: come il pistolero contro i samurai riproposto da Takashi Miike nel suo Sukiyaki Western Django presentato da Quentin Tarantino oppure quella del pistolero spaventapasseri con i corvi, dove il regista americano Victor Salva, ha preso quella bella sequenza per l'ispirazione del look del suo personaggio horror in Jeepers Creepers 2. Resta senza dubbio un western memorabile per molte bellissime sequenze. Consigliatissimo.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus