SPARA JOE... E COSI' SIA!

Anno: 2010
Aka:
Dispara Joe... y asi sea (Spain) | Shoot Joe, and Shoot Again (U.S.A.) | Tire, Joe et... Amen! (France)
Regia:
Emilio MIraglia
Cast:
Richard Harrison, Jose Torres, Franca Polesello, Indio Gonzales, Rick Boyd, Antonio Cantafora.
Durata:
87 min. eston.
Musiche: Vasili Kojucharov

Ted e la sua banda riescono ad impadronirsi del denaro custodito in una banca; quindi, ingannando i soci, Ted nasconde il bottino. Ma ferito e morente, consegna la mappa del nascondiglio a Joe, un povero cacciatore che lo ha soccorso. Gli uomini di Ted, raggiunto Joe, lo seviziano perché riveli quanto ha saputo: le ustioni infertegli lo rendono cieco. La banda approfitta della sua infermità per mettergli alle costole la corrotta Rosy, tenutaria del saloon, con lo scopo di farsi dare la mappa. Giunti in prossimità del nascondiglio, Rosy ottiene da Joe la piantina, ma viene a sua volta maltrattata dai briganti, che le tolgono la mappa e giungono al bottino. Joe, che nel frattempo ha riacquistato l'uso degli occhi, stermina i banditi; non s'avvede, però, che Rosy approfitta della battaglia per involarsi con il denaro. Ma l'incauta e insaziabile donna, per fuggire, s'avventura in un fiume e ne viene travolta. Joe, che ha tentato inutilmente di soccorrere Rosy, rimane solo con la sua povertà.



Emilio Miraglia dirige questo western che non ha granchè da offrire, vi è un soggetto un pò ripreso da Il Buono Il Brutto Il Cattivo, dove un bandito in punto di morte confessa dove ha nascosto 100.000 dollari a un uomo che ha appena incontrato. Come dicevo questo film non offre una buona trama, ne tantomeno grandi interpretazioni o belle sparatorie. Il film è quasi tutto un viaggio/inseguimento dei banditi che aspettano che Harrison confessi dove si trova l'oro. La pellicola purtroppo ha molti punti deboli e una sceneggiatura che fa acqua da tutte le parti. Il film è scritto da un tale Jean Josipovici, e si vede che l'avrà scritto dopo una sua delusione d'amore, infatti questa pellicola ha una sua particolarità, vi è un tratteggiare in maniera molto negativa tutti i personaggi femminili. Di solito nei western vi era sempre la donna che si innamorava del pistolero glaciale, che poi puntualmente se ne andava al galoppo da solo. Qui invece le donne del west, sono tutte delle poco di buono, arriviste, ingannatrici e interessate solo ai soldi. Richard Harrison invece interpreta il personaggio di un cercatore d'oro molto romantico, lui è innamoratissimo della sua ragazza che sogna di sposare, ma lei dopo anni, decide di non sposarlo e lo molla perchè si rende conto che è solo uno squattrinato. Ma le delusioni per lui, non finiscono qui, la banda dei fuorilegge assolda una prostituta affinchè conquisti la fiducia di Harrison e lo faccia confessare dove ha nascosto il bottino. Harrison dopo un pò si innamora anche di questa, ma anche lei è interessata solo al denaro e trova la morte in una cascata proprio nel tentativo di recuperare la sacca con i soldi. Il film termina con Harrison che rivolgendosi al suo cavallo gli dice: "siamo destinati a restare da soli!". Personaggio che sembra quasi uno sfigato e cosa francamente anche fuori luogo in un western italiano. Anche la farsa che mettono su i fuorilegge non ha un vero senso logico, mettersi a seguire e proteggere Harrison e la donna con la speranza che questi confessi, non è proprio la scelta che farebbe una banda di fuorilegge normale. In conclusione è un western poco coinvolgente, molto scarso per scene d'azione e di sicuro poco avvincente. In più è anche molto mediocre sia nella regia che nell'interpretazione.

 

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus