UNO SCERIFFO TUTTO D' ORO

Anno: 1966
Aka:
A Golden Sheriff (U.S.A.) | Töte, Ringo, töte (Germany) | L'or du sheriff (France)
Regia:
Osvaldo Civirani
Cast:
Luigi Giuliani, Jacques Berthier, Caterina Trentini, Roberto Messina, Ivan Scratuglia, Luciano Rossi.
Durata: 83 min. eston.
Musiche: Nora Orlandi

Arizona Roy, un fuorilegge caduto nelle mani della sbrigativa giustizia di un villaggio, sta per essere impiccato quando interviene Jeff Randall, uno sceriffo federale, che, esibendo una citazione prende, con sé il condannato per condurlo a un importante processo dove dovrà testimoniare. Ma Roy, diffidente per natura, appena solo con Jeff gli chiede maggiori spiegazioni e lo sceriffo gli espone il colpo nel quale intende averlo come complice. Per quanto non del tutto convinto, Roy non può fare altro che accettare ed eseguire la prima parte del colpo che riesce alla perfezione: egli infatti, minacciandoli con la pistola, costringe la scorta e i viaggiatori di una diligenza ad autodisarmarsi ed a consegnargli le cassette contenenti mezzo milione di dollari in oro. Ma nella locanda dove ha appuntamento con il corrotto sceriffo federale, l'oro viene scoperto da Jane, la padrona della taverna che in un secondo tempo si impossessa del bottino; in seguito un bandito di nome Vargas si impadronisce dell'oro. Questa volta Roy, Randall e Jane debbono unire i loro sforzi per riavere il mezzo milione di dollari e riescono a sfuggire alla banda di Vargas. Ma lo sceriffo interviene e dopo aver ucciso Vargas fa confessare a Jeff Randall le sue colpe e comunica ad Arizona Roy che è stato scagionato dalle accuse imputategli.



Osvaldo Civirani ben dirige questo suo 2° dei 3 western italiani da lui girati. Questa pellicola anche se poco conosciuta c'è da dire che è un buon spaghetti western. Avvincente e originale per tutti i suoi personaggi negativi. In più c'è da dire che Civirani inquadra sapientemente Jacques Berthier affidandogli la parte di uno Sceriffo federale senza scrupoli che pensa solo ad arricchirsi. Anche se poi nel finale si redime in quei tempi era comunque un bel rischio affidare un ruolo negativo a un attore internazionale che era considerato "un buono". Il personaggio e l'interpretazione di Berthier vale sicuramente già la visione di questa pellicola. Nel ruolo del protagonista vi è Luigi Giuliani alias Luois McJulian qui al suo unico western italiano, che ben mantiene l'interesse del suo personaggio e non si spiega perchè questo attore non abbia avuto buone sorti nel cinema western italiano. Belle scene d'azione e altrettanto belle sequenze di sparatorie, stupenda quella iniziale con Berthier. Anche se in alcuni punti il film rallenta, distogliendo l'interesse con sequenze un tot "riempitive" questa resta comunque una pellicola interessante è va catologata sicuramente tra i western da vedere.

 

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus