QUANDO SATANA IMPUGNO' LA COLT

Anno: 1971
Aka:
Manos torpes (Spain) | Awkward Hands (U.S.A.) | Quand Satana empoigne le Colt (France)
Regia:
Roberto Mauri
Cast:
Peter Lee Lawrence, Alberto De Mendoza, Pilar Velasquez, Aldo Sambrell, Luis Induni.
Durata: 93 min. eston.
Musiche: Anton Garcia Abril

L'incubo di un cavaliere nero, che gli ha ucciso il padre, è sempre presente nei sogni del giovane Peter il quale ora lavora, in un povero "ranch" che deve la sua esistenza al passaggio di un torrente, il cui corso è determinato da un ricco proprietario limitrofo, Johnny. Peter ama Dorothy, la figlia dei suoi padroni, la quale invece è stata destinata, per ragioni di convenienza a Johnny. Poiché i due giovani non vogliono continuare una vita di sotterfugi, si sposano, ma, scoperti dai genitori della ragazza, vengono divisi. Dopo essere stato frustato a sangue, Peter viene condotto nel deserto e abbandonato, finché viene raccolto da un cavaliere nero, Latimore, un cacciatore di taglie, il quale lo conduce da un vecchio cinese, Chang, che lo ospita e lo cura e quindi gli insegna alla perfezione l'arte della pistola. Grazie ai suoi esercizi di rendere più fluida e veloce la mano, Peter diventerà sempre più certo e letale, pronto per la sua vendetta. Non ascoltando i consigli di Chang, Peter torna nei luoghi che videro la sua umiliazione e ad uno ad uno uccide i suoi avversari, finché incontra Dorothy, che si è ridotta a lavorare come prostituta nel saloon. Compreso il dramma della donna, Peter fugge con lei, in un posto tranquillo: qui lo raggiunge Latimore, a caccia della taglia che ora pende sulla sua testa. I due velocissimi pistoleri addestrati dallo stesso maestro si affronteranno in un duello che porterà alla morte di entrambi.



Rafael Romero Marchent realizza un western di grande originalità. Scritto da Santiago Mocada questa bellissima storia mescola nel western con grande sapienza: il sentimento, la violenza, il dramma, ma anche la cultura dello Shaolin. Il risultato, è un'ottimo film, coinvolgente con bellissime scene d'azione e altrettante bellissime sequenze. La storia del protagonista è quella di un semplice bravo ragazzo già traumatizzato dall'omicidio del padre, questi vuole solo vivere la sua storia d'amore. Grazie anche all'aiuto di un cacciatore di taglie e un maestro Shaolin e ad una serie di tristi eventi, porteranno la rabbia che aveva accumulato dentro di se a prendere il sopravvento. Trasformando un giovane innamorato in un implacabile vendicatore. Anche il sogno che perseguita Peter con il pistolero vestito di nero che lo uccide è cosa molto originale. In pratica un western davvero interessante e ben fatto, forse solo le musiche sono poco riuscite. In più vie è la chiara ispirazione di Quentin Tarantino per il suo "Kill Bill". Come Bill conduce Uma Thurman dal mestro cinese affinchè gli insegni l'arte della spada, qui Latimore conduce Peter da un maestro Shaolin affinchè gli insegni ad usare la pistola attraverso esercizi che rendono più sicuro il suo spirito e più veloce la sua mano. Marchent notevole regista spagnolo, non è nuovo a western originale e ben fatti, infatti ci aveva già abituato a pellicole straordinarie come "GARRINGO" del '69 (primo western che tratta il tema del serial killer nel West) oppure lo struggente "MANI DI PISTOLERO" del '65. Questo film va a inserirsi senza dubbio tra i capolavori del western all'italiana.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus