SAPEVANO SOLO UCCIDERE

Anno: 1968
Aka:
Solo sabian matar (Spain) | I'll die for Vengeance (U.S.A.) | Mein Leben für die Rache (Germany) | Seul contre les mercenaires (France)
Regia:
Tanio Boccia
Cast:
Kirk Morris, Larry Ward, Alan Steel, Dada Gallotti, Gordon Mitchell, Remo Capitani.
Durata: 91 min. eston.
Musiche: Angelo Francesco Lavagnino

Jeff Smart e il suo amico Hernandez, in viaggio verso le loro case, sono attaccati dalla banda dei "Messicani", che agisce agli ordini di un capo di cui si conosce solo il nome: Saguaro. Nello scontro, Hernandez perde la vita, mentre Jeff riesce a scappare. Dopo aver riportato il corpo di Hernandez dalla sua famiglia, Jeff viene ancora attaccato dai banditi decisi ad eliminarlo, ferito a una spalla, si salva nascondendosi nelle acque di uno stagno. Guarito in seguito alle cure di una giovane vedova, che lo ha accolto nella propria casa, Jeff parte alla ricerca dei "Messicani", che egli ritiene colpevoli anche dell'uccisione dei suoi genitori anni prima. Nella cittadina dopo un duello con il pistolero Clayton Foster, Jeff, su richiesta dei cittadini, assume la carica di sceriffo, e in questa veste riesce a smascherare il misterioso Saguaro, eliminandolo assieme a tutta la sua banda.



Tanio Boccia dirige questo western confusionale, con una trama piena di buchi di sceneggiatura e con molte situazioni poco convincenti e prive di logica. Convince come al solito Gordon Mitchell (anche se viene impiegato nel ruolo secondario di Clayton). A parte questo per il resto è un western brutto. Una pellicola girata male non offre neanche belle sequenze di azione, per non parlare delle interpretazioni recitative degli attori. Il film più che altro scorre tra lunghe cavalcate, sparatorie a caso, chiacchierate di poco conto e clichè tipici dei western più insignificanti. Anche il finale è privo di mordente, il terribile e sanguinario Saguaro più che morire da classico "cattivo", viene ammazzato da perfetto "coglione". Infatti il temibile Saguaro in pieno duello con Jeff, incredibile anche a dirsi, pensando che il suo avversario avesse finito le munizioni esce allo scoperto, quindi Jeff che aveva ancora qualche pallottola gli spara (boh!). In conclusione è un filmetto western forse tra i più brutti e insignificanti, poco incisivo nella storia, recitazione da cani e ricco di illogica sia narrativa che scenica. Toppano anche le musiche di Lavagnino che di solito è sempre ben ispirato. Western da evitare.

 

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus