HOME | WESTERN ITALIANI | BARZELLETTA WEST | ATTORI | ALTRI ATTORI | REGISTI | CURIOSITA' | FUMETTI|

| 1/10 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | Y |

|1963 | 1964 | 1965 | 1966 | 1967 | 1968 | 1969 | 1970 | 1971 | 1972 | 1973 | 1974/OGGI |

 

 

SERGIO SOLLIMA
(ROMA, 1921-2015)

Sergio Sollima è nato a Roma il 17 Aprile 1921.Giornalista e critico cinematografico, nell'immediato dopoguerra (1947) dopo aver studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia, inizia a lavorare come fido collaboratore e aiuto regista di Sergio Corbucci, e distinguendosi come sceneggiatore di molti film di genere. Esordisce alla regia nel 1962 con un episodio "l'amore difficile" nel film "Le donne". Nel 1965 sulla scia del successo di James Bond l'agente 007, dirige alcuni film sull'agente 3S3, "Passaporto per l'inferno" e "massacro al sole", che si sono indubbiamente distinte come le migliori realizzate in Italia sulla scia dell'agente segreto inglese. Un'anno dopo incontra Solinas che gli propone un soggetto di un peones messicano braccato, dal titolo "Il falco e la preda", Sollima decide di modificare in alcuni tratti il personaggio del messicano, che lo arricchisce con l'uso esclusivo di coltelli e decide di chiamarlo Cuchillo Sanchez (Cuchillo in messicano significa coltello) ma sopratutto decide anche di cambiare il titolo in "La resa dei conti". E' il 1966 il film esplode, il successo è grandioso e Sollima viene spedito nell'Olimpo dei grandi registi italiani dell'epoca. L'anno dopo ritorna con un'altro western innovativo "Faccia a faccia" e nel 1968 ritorna con Tomas "Cuchillo" Milian con "Corri uomo corri". I suoi 3 western ancora oggi si distinguono per l'approfondimento di razzismo e violenza, tematiche sociali presenti nella realta di tutti i giorni. Nel 1970 gira un'altro buon film "Città violenta" con Charles Bronson e nel 1976 porta sullo schermo piccolo (e grande) schermo il personaggio di Salgari "Sandokan" il successo fu inimmagginabile, in Tv raggiunse un share di quasi l'80%. Dal 1981 lavora quasi esclusivamente per la televisione, ma rimane con la sua indole poco polemica e molto riflessiva, a volte anche in disaccordo con autori, che quando gli danno retta, da loro sempre consigli innovativi. Si spegne il 1° Luglio del 2015, aveva 94 anni.

 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus