I QUATTRO PISTOLERI DI SANTA TRINITA'

Anno: 1971
Aka:
Cuatro pistoleros de Santa Trinidad (Spain) | Four Gunmen of the Holy Trinity (U.S.A.) | Vier Pistolen für Trinity (Germany) | Les 4 pistoleros de Santa Trinita (France)
Regia:
Giorgio Cristallini
Cast:
Peter Lee Lawrence, Evelyn Stewart, Philippe Hersent, Daniele Vargas, Umberto Raho, Daniela Giordano, Raf Baldassare.
Durata: 94 min. eston.
Musiche: Roberto Pregadio

Sfuggita per caso all'eccidio dei suoi familiari, compiuto da sconosciuti al fine di rubare titoli di proprietà di una miniera, la giovane Sara Bowman viene soccorsa da un giornalista, George Shelley, e da uno sceriffo federale, Thomas, che viaggia in incognito per poter smascherare una banda di trafficanti d'armi, diretta da un francese. Unitasi a loro, portando con sé i preziosi documenti, la giovane finisce, coi suoi compagni, nella locanda di Papà Martinez, ai confini di una riserva indiana, dove ben presto giungono sia il francese, Quinn Parradine, cercato dallo sceriffo, sia i suoi accoliti, i quali vogliono concludere contemporaneamente due "affari": vendere un carico d'armi agli indiani, e strappare a Sara i documenti relativi alla proprietà della miniera (si tratta della stessa banda autrice dell'eccidio). Sequestrati gli abitanti della locanda e ferito Thomas, Quinn e i suoi cercano di condurre a buon fine il loro piano, ma George riesce a sventarlo eliminando tutti i componenti della banda anche se scoprirà che anche l'unico amore della sua vita fa parte di quella banda di assassini.



Questo Western anche se inizia in maniera lenta sia nel racconto che nelle scene, pian piano poi si riprende e tingendo anche la trama di "giallo", inizia a farsi sempre più interessante, fino ad arrivare al violentissimo e favoloso epilogo finale. Il film è retto anche grazie a l'ottimo cast di attori dal calibro di Peter Lee Lawrence, Daniela Giordano e Ida Galli (Evelyn Stewart) anche se su tutti spicca senza dubbio la grande interpretazione di Umberto Raho nel personaggio del "Francese Quinn". Il regista Cristallini in più, tende a sottolineare in molti punti l'animo poetico e romantico del pistolero George, cosa che forse fa, soltanto per colpire ulteriormente lo spettatore con la sparatoria finale, che vedrà coinvolto il romantico pistolero in una maniera sanguinaria e struggente. Personaggio che si caratterizza anche per la sua insolita arma, un fucile Winchester a mezzo manico. Complessivamente il film anche se come dicevo sembra molto lento nella prima parte, vi entusiasmerà senza dubbio almeno per la bellissima sequenza finale.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus