PECOS E' QUI: PREGA E MUORI!

Anno: 1967
Aka:
Pecos y el tesoro de Montezuma (Spain) | Pecos Cleans Up (U.S.A.) | | Jonny Madoc rechnet ab (Germany) | Pécos Tire ou Meurt (France)
Regia:
Maurizio Lucidi
Cast:
Robert Woods, Luciana Gilli, Pedro Sanchez, Umberto Raho, Carlo Gaddi, Simon Lafitte, Luigi Casellato, Erno Crisa.
Durata: 88 min.
Musiche: Lallo Gori

Joe e Rico sono due rissosi fratelli che, anziché curare gli interessi della fattoria in cui vivono con il padre reso scemo dalle botte della manesca moglie, si azzuffano di continuo fuori e dentro casa. Non potendone più, la madre li spedisce a Stranger City dove il loro fratello Michael è divenuto padrone del saloon più o meno onestamente. Accolti entusiasticamente da Michael, Joe e Rico sospendono le ostilità e godono dell'insperato benessere. Tra l'altro, Rico s'innamora di Floe, la giovane figlia del barista Chico, che spera togliere dal saloon mediante matrimonio; Joe, invece, fa comunella con Dolores, una delle donnine di Michael. Questi, accettata una posta troppo grossa in una partita di poker, finisce per perdere e soldi e saloon. La mamma dei tre, sopraggiunta a Stranger City per vivere in tranquillità, punisce Michael rendendolo scemo come il padre. Di ritorno alla fattoria, Joe e Rico non hanno più da litigare poiché adesso a ciascuno dei due tocca fare da balia ad un mentecatto.



Da una Sceneggiatura di Fernando di Leo, Adriano Bolzoni e Augusto Caminito, Maurizio Lucidi riporta sullo schermo il fortunato personaggio di Pecos visto un'anno prima nel western "DUE ONCE DI PIOMBO" personaggio all'epoca amatissimo dal pubblico alla pari di Sabata e Indio Black. Se nel primo capitolo Pecos, un letale pistolero messicano trattava come trama quella tipica della vendetta. Lucidi dopo aver visto il successo anche a sorpresa del personaggio, in questo secondo capitolo, opta per una trama più avventurosa. Infatti da western ricco di scene d'azione e violenza, Lucidi qui propone una pellicola più leggera, con una caccia al tesoro e con dei personaggi abbastanza sconclusionati. Il film si apre con tre mariachi e una mappa del tesoro che li porterebbe al perduto tesoro di Montezuma. Il tesoro è nascosto su una montagna, proprio nel tempio che è abitata da un uomo conosciuto come El Supremo, che pensa di essere un discendente lontano di Montezuma stesso. I tre incontrano Pecos, un abile pistolero messicano. Maurizio Lucidi come dicevo mescola anche in alcune scene un pizzico di humor con i 3 musicisti, ma offre anche alcune scene d'azione e trovate originale, come quando Pecos spara senza estrarre la pistola ma piegando solo l'arma nella fondina, oppure il personaggio di El Supremo che vive in un tempio e indossa un mantello di Dracula. Le note dolenti di questo western sono proprio la trama troppo avventurosa, il finale un pò deludente e gli esterni troppo evidenti di non essere in Messico. Complessivamente è un film interessante per il personaggio ma come western è ben lontano dal primo capitolo.

 

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus