IN NOME DEL PADRE, DEL FIGLIO E DELLA COLT

Anno: 1971
Aka:
La máscara de cuero (Spain) | In the Name of the Father, the Son and the Colt (U.S.A.) | Au nom du pere du fils et du colt (France)
Regia:
Mario Bianchi
Cast:
Craig Hill, Agata Lys, Frank Brana, Nuccia Cardinali, Sergio Ciani, Alan Steel, Omero Capanna.
Durata: 74 min. eston.
Musiche: Piero Piccioni & Gianni Ferrio

Bill Nolan è lo sceriffo di una cittadina del west che durante le feste di Halloween sta indagando su una serie di misteriosi omicidi realizzati da un altrettanto misterioso killer che indossa un cappuccio e vestito nero e una maschera di cuoio. Bill però verrà arrestato perché, accusato da due sue presunte vittime, un padre e una figlia, che lo avrebbero riconosciuto, è ritenuto responsabile di una serie di delitti e anche capo di una sanguinaria banda. In realtà però l'autore dei delitti è il suo gemello malvagio Wade e quando riuscirà a dimostrare la sua innocenza se la dovrà vedere sia col fratello che con il misterioso killer.



Girato nel 1971, ma uscito in Italia soltanto nel 1975 (in Spagna nel 1974...), questo altro raro, discreto western vanta due elementi anomali e curiosi per il genere cinematografico a cui appartiene; il primo è la doppia interpretazione (come gia fece Jonh Richardson in EXECUTION) del protagonista Craig Hill: interpreta uno sceriffo buono che è costretto a cambiarsi il cognome per la sua stretta parentela con uno spietato bandito e, appunto, il fratello cattivo dello sceriffo (proprio il gemello cattivo lo vediamo nei primi minuti del film violentare una donna dopo che i suoi uomini, travestiti da ballerine, avevano assaltato una diligenza). Il secondo, è l'apparizione di un misterioso killer che accoltella le sue vittime con indosso una maschera di cuoio. Diretto da Mario Bianchi, qui al suo primo western, questa pellicola non si fa interessante di sicuro per le grandi scene d'azione, anzi il film è più un giallo con un ambientazione western. Complessivamente non ha grandi sequenze visive e anche le location lasciano molto a desiderare, comunque la pellicola ha un livello di interesse che cattura lo spettatore, non scivola quasi mai nella noia, ma sopratutto è lodevole l'idea dell'assassino mascherato e di catalogare la storia durante la festa di Halloween, cosa che anticipa di molti anni John Carpenter e il suo assassino mascherato Michael Myers nel suo famoso horror del 1978.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus