L'ORO DEI BRAVADOS

Anno: 1970
Aka:
Gold of the Heroes (U.S.A.) | L'or des bravados (France)
Regia:
Giancarlo Romitelli
Cast:
George Ardisson, Linda Veras, Boby Lapointe, Furio Meniconi, Rick Battaglia, Marco Zuanelli, Piero Lulli, Rick Boyd.
Durata: 82 min. eston.
Musiche: Luis Bacalov

Doc e Chapagua, due avventurieri, riescono ad impadronirsi di centomila dollari in lingotti d'oro sottraendoli abilmente ad una banda di fuorilegge. Durante la loro fuga, i due compari sono costretti a disfarsi dell'oro, che nascondono in un posto sicuro, ripromettendosi di tornare al più presto a riprenderlo. Scoppia nel frattempo la guerra di secessione e Doc e Chapagua si trovano nell'impossibilità di far ritorno sul luogo del tesoro. Finita la guerra, essi si precipitano alla ricerca dell'oro, ciascuno con l'intenzione di appropriarsi anche della parte spettante all'altro. Nella caccia al tesoro si inseriscono anche una bella avventuriera, Moira, e un ufficiale dell'esercito, Garret, i quali, sulla base delle informazioni in loro possesso, riescono a precedere Doc e Chapagua. Poiché Garret appare deciso a tenere per sé i lingotti d'oro, Moira non esita ad ucciderlo. Raggiunta da Doc e Chapagua, la donna si vede costretta ad accettare la loro collaborazione per sfuggire all'assalto dei sempre più numerosi aspiranti al possesso dell'oro. Insieme a loro, essa raggiunge infine la frontiera messicana.



Giancarlo Romitelli dirige questo lento western scritto da Renato Savino in una coproduzione italiana e francese. Romitelli dimostra di non essere un grande narratore, la storia è sconnessa in più punti, i flashback sono stati inseriti in maniera molto maldestra, infatti solo dopo minuti che le scene sono terminate si capisce che quelle scene si riferivano al passato. Il film nel complesso è molto strano, in alcuni punti ha toni seri e ben girati, poi si disperde in scene inutili e noiose , con interminabili cavalcate e chiacchierate. Il finale è deludente, sembra andare avanti all'infinito e per più di 7/8 minuti non offre più niente di nuovo. L'azione è molto semplice e la recitazione abbastanza buona. Musiche di Luis Bacalov in alcuni punti buone in altri vanno su uno stile alla "siciliana" con in più trombette che non esaltano più di tanto. Complessivamente è un western al di sotto della mediocrità, si salvano un paio di belle scene ma per il resto è lento e quasi noioso.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus