IL SUO NOME E' QUALCUNO

Anno: 1974
Aka:
El ultimo rebelde (Spain) | The last rebel (U.S.A.)
Regia:
Denys McCoy
Cast:
Joe Namath, Woody Strode, Ty Hardin, Jack Elam, Marina Coffa.
Durata: 87 min. eston.
Musiche: Tony Ashton, Jon Lord

Nel 1865, quando il Generale Lee si arrende finisce la guerra di Secessione. Diversi militari sudisti vagano sbandati, malvisti e male accolti nei villaggi ove cercano rifugio. Due di questi, il Capitano Hollis e il suo amico Matt Graves (dalle tendenze bandistiche), liberano Duncan, un uomo di colore che si unisce a loro e salvano una ragazza aristocratica che restituiscono alla famiglia. Hollis, buon giocatore di biliardo, in una sola serata moltiplica fortemente il compenso ricevuto dalla famiglia della ragazza; poi, prima di stabilirsi nella casa di Madame Dupres ove c'è la sua amica Perla, affida il gruzzolo al fedele Duncan che si allontana con un negretto da lui adottato. Matt Graves, bramoso di mettere le mani su tutto il denaro, assolda degli uomini e si schiera contro i due amici; lo sceriffo del villaggio, inoltre, per ragioni razziali fa altrettanto. Costretti a difendersi, Hollis e Duncan combattono fianco a fianco: i banditi, Matt e lo sceriffo vengono sterminati; ma anche Perla viene purtroppo ferita mortalmente.



Film girato da Larry G. Spangler e scritto da Lorenzo Sabatini, girato interamente a Roma, questo western vede per protagonista al tempo famoso Joe Namath che nel ruolo di quarterback fu una vera icona dell'American Football League degli anni '70. Che dire di questo western, le basi per farne un buon film ci stavano tutte. La storia, personaggi e cast erano più che ok. Un western ambientato nel Missouri con tanto di incappucciati del Ku Klux Klan, un cattivissimo Jack Elam e uno straordinario Ty Hardin nel ruolo dello sceriffo razzista, già questo ti dava un imput per credere di stare davanti a un buon film. Purtoppo questa pellicola è tutt'altro. Joe Namath insieme a Woody Strode restano una coppia azzeccata dal regista, come sono azzeccate i ruoli di Jack Elam e Ty Hardin. Ma purtroppo Joe Namath sarà stato un buon giocatore, ma di sicuro non è un buon attore e anche gli attori bravi come Elam e Hardin possono toppare, sopratutto se sono diretti male. Jack Elam ci regala una delle sue peggiori interpretazioni, ma non è il solo, anche Woody Strode sembra spaesato e mantiene sempre uno sguardo da "buono" anche in momenti in cui dovrebbe essere incazzato. In più le poche scene d'azione non aiutano di certo a dare ritmo al film, che diventa troppo dispersivo in alcune sequenze che sembrano solo voler fare minuti di girato. Tra le cose negative vi è in più una colonna sonora a dir poco vergognosa. La trama come dicevo, poteva essere sviluppata meglio dal regista che purtroppo ci offre una storia quasi inesistente. Molte scene sembrano presagire delle ottime sequenze, ma invece finiscono per deludere, come delude anche il finale che non fornisce alcuna soddisfazione ne visiva ne narrativa. Complessivamente bisogna catalogare questo western tra quelli poco riusciti.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus