GLI UOMINI DAL PASSO PESANTE

Anno: 1965
Aka:
Las pistolas del Norte de Texas (Spain) | The Tramplers (U.S.A.) | Die um Gnade winseln (Germany) | Les Forcenés (France)
Regia:
Mario Sequi
Cast:
Gordon Scott, Joseph Cotten, James Mitchum, Franco Nero, Ilaria Occhini.
Durata: 94 min. eston.
Musiche: Angelo Francesco Lavagnino

Nel Texas dopo la guerra di secessione, il vecchio e ricco Cordeen, proprietario di una vasta fattoria, detta legge sia sui suoi numerosi figli che nella cittadina in cui vive. Aiutato e spalleggiato proprio dai figli compie spedizioni punitive contro i nuovi rappresentanti del Nord, uno dei quali, un giornalista, viene impiccato davanti agli occhi della propria figlia. Ma non tutti i figli condividono l'irriducibile odio del feroce Cordeen e non tutti accettano la sua dispotica volontà. Il ritorno del figlio dissidente, Lou, provoca la crisi di sua sorella, segretamente innamorata di Charlie. I tre, dopo un inutile tentativo di ridurre il padre a più miti consigli, si allontanano. Cordeen allora li perseguita tentando persino di ucciderli e ingaggia un'assurda e lunga lotta, alla quale partecipano tutta la famiglia Cordeen e che li metterà l'uni contro gli altri.



Mario Sequi dirige il suo primo e unico western, montaggio a cura di Maurizio Lucidi, musiche di A.F.Lavagnino e un cast di grandi attori, fanno di questo western un film tutto da riscoprire. Gradevole nel racconto, molto curato negli aspetti psicologici dei protagonisti, questo western mescola con estrema sapianza lo stile classico dei western americani con quello degli spaghetti western italici. In più è da annoverarsi tra quei film italiani ad alto budget (le scene con il bestiame sono state girate in Argentina), e permettersi attori di alto livello come: Joseph Cotten (star di Hollywood), Gordon Scott (eroe dei peplum italiani), James Mitchum (figlio del celebre Robert) e Franco Nero (qui al suo primo western). Come vi dicevo questo film è interpretato da grandi attori e quindi danno vita a grandi personaggi, su tutti Joseph Cotten è straordinario, mentre Jim Mitchum da il volto ad un'altro personaggio ambiguo ma appassionanate. Un ragazzo che dopo aver affrontato un viaggio in cui perde un braccio, ritorna incattivito a tal punto che non esiterà a uccidere anche i suoi amati fratelli (bellissimo il primo piano della sua espressione, dopo che ha ucciso il primo). Dunque, personaggi ben delineati, belle sparatorie e un’atmosfera da tragedia greca. In più vi è uno dei finali più singolari e commoventi del genere western. Uniche pecche (se tali si possono chiamare) le scene delle mandrie, forse anche importanti ma comunque noiose, un Franco Nero poco utilizzato e il mistero su come abbia perso il braccio il personaggio di James Mitchum. Comunque resta, ed è, un Western davvero molto bello.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus