IL MOMENTO DI UCCIDERE

Anno: 1968
Aka:
El momento de matar (Spain) | The Moment to kill (U.S.A.) | Django - Ein Sarg voll Blut (Germany) | Moment De Tuer (France)
Regia:
Giuliano Carnimeo
Cast:
George Hilton, Walter Barnes, Horst Frank, Renato Romano, Lori Von Friedel.
Durata: 89 min. eston.
Musiche: Francesco De Masi

Due pistoleri, Lord e Bull, giungono in una cittadina del West, chiamati dal giudice Warren per una delicata missione. Si tratta di ritrovare 500.000 dollari in oro, appartenenti alla confederazione del Sud e nascosti nella zona da un colonnello sudista morto nello sforzo di difenderli dai nordisti. Al ritrovamento del tesoro è interessata anche la potente famiglia Forester, parente del colonnello defunto, la quale, con l'aiuto di una banda di fuorilegge, tenta di ostacolare le ricerche dei due pistoleri. Lord e Bull coinvolti in dure lotte e imboscate, alla fine riescono nel loro intento, annientando la banda dei fuorilegge e smascherando una sedicente figlia del colonnello defunto che aveva tentato di impadronirsi del tesoro.



Da un soggetto di Tito Carpi e Enzo G.Castellari, Carnimeo realizza un western abbastanza interessante ricalcando molto sulla coppia "seria" di Bud e Terence che sbancava al botteghino in quel periodo con i western di Giuseppe Colizzi. Infatti anche qui si propone la coppia collaborativa del pistolero freddo e affascinante e il suo amico scontroso, burbero ma letale come lui. Questo western è da catologarsi sicuramente tra le pellicole interessanti del cinema western italiano. I motivi sono molti, a volte non si ha la certezza se Carnimeo non aveva ben chiaro che tipo di film fare, oppure è stato un precursore geniale di molte trovate interessanti per condire una pellicola western. Infatti i due protagonisti più che dei pistoleri sono quasi dei veri e propri detective, in più vi è una ambientazione molto gotica, molte scene sono girate in un mattatoio, tra quarti di bue e teste mozzate, cosa che da un tocco anche molto gore alle scenografie. La pellicola non è priva di scene violente e sadiche, come la tentata violenza alla ragaza sulla sedia a rotelle Regina, in più la storia ha dei risvolti gialli con dei bei colpi di scena. Gli attori sono tutti all'altezza e i personaggi tutti ben definiti, su tutti vi è Horst Frank davvero grande nel ruolo del figlio psicopatico, mentre Lori Von Friedel nel ruolo dell'interessante e diabolico personaggio di Regina. Pellicola originale e ben fatta, buone anche le musiche di Francesco De Masi. Primo western diretto da Carnimeo, il film si dice che doveva essere girato da Enzo G.Castellari, che poi rifiutò (anche se Castellari ha dichiarato che il film fu scritto da lui e fù Carnimeo a soffiargli la regia). Western molto consigliato.

 

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus