QUATTRO CAROGNE A MALOPASSO

Anno: 1989
Aka:

Regia:
Vito Colomba
Cast:
Salvatore Cipponeri, Tony Genco, Daniele D'Angelo, Caterina Pace, Nicola Vultaggio, Vito Gagliano..
Durata: 91 min. eston.
Musiche: Piero Piccioni

Bill Nelson ritorna a casa dopo molti anni, ma scopre che la sua famiglia è stata assassinata da Parker, un criminale che insieme alla sua banda spadroneggia e semina terrore nella contea di Malopasso. Bill ucciderà alcuni elementi della banda, ma resterà ferito in un agguato. Dopo essere stato soccorso e curato dallo sceriffo O'Hara e sua figlia Mary, Bill si metterà di nuovo sulle tracce di Parker. Ma lo sceriffo O'Hara nel tentativo di arrestare il bandito, perderà la vita in un agguato. Bill cerca di formare una banda per annientare Parker e vendicarsi, ma si ritroverà ancora una volta da solo. Capisce così che per colpa dell'omertà delle persone non verrà mai fatta giustizia a Malopasso. Decide così di lasciar perdere la sua vendetta e restare a vivere con la sua amata Mary.



Un film incomprensibile, recitato da cani e rattoppato alla peggio. Ma credetemi per quanto sia insignificante, è un western che sarà indimenticabile per chiunque lo veda. Già il nome del protagonista dice tutto, si dovrebbe chiamare Bill, ma lo pronunciano Bille. Parker invece diventa Pakker. Vito Colomba scrive una sceneggiatura senza alcuna coerenza e logica, con sequenze che restano veri e propri enigmi nel film. Ma non si ferma soltanto a questo, tenta invano di girare anche scene alla Sergio Leone. Ma se Leone dilatava il tempo grazie a sequenze e musiche ormai divenute storiche, Vito Colomba ti dilata i cosidetti con dei primi piani indecenti e una musica fastidiosa (tipo tromba di una petroliera arenata). Ma non è tutto, vi sono dei dialoghi che credo resteranno nella storia del trash italiano. "Quattro carogne a Malopasso" di Colomba anche se è un western davvero brutto è un film che non smetterò mai di consigliare vivamente. Da vedere e rivedere con amici, anche quelli che non amano i western (E' un western "serio" ma credetemi riderete fino alle lacrime). Un western scarso sotto ogni forma ma semplicemente straordinario per la semplicità e la simpatia non voluta degli attori. Di questo film ho apprezzato tantissimo la genuinità e la passione degli attori e del regista, che per quanto non ne capiscano niente di recitazione e regia, hanno tentato di fare un film sul genere che più amano. CAPOLAVORO DEL CINEMA TRASH ITALIANO.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus