LOLA COLT FACCIA A FACCIA CON EL DIABLO

Anno: 1967
Aka:
Lola Colt (Spain) | Black Tigress (U.S.A.) | Lola Colt... Sie spuckt dem Teufel ins Gesicht (Germany) | Lola Baby (France)
Regia:
Sirio Marcellini
Cast:
Lola Falana, German Cobos, Peter Martell, Evaristo Maran, Tom Felleghy, Ivan Scratuglia, Dada Gallotti.
Durata: 82 min. eston.
Musiche: Ubaldo Continiello

Un corpo di ballo è costretto a sostare in un villaggio del West perché una ballerina è colpita da forti febbri malariche. Il villaggio è terrorizzato da un feroce bandito, soprannominato "El Diablo" per la sua astuzia, che tiene come ostaggi alcune persone del villaggio per evitare tentativi di ribellione da parte degli altri abitanti: Solo uno studente di medicina è deciso a liberare la regione dal "EI Diablo". Aiutato da Lola, una delle ragazze del corpo di ballo, lo studente riuscirà ad avere ragione del bandito e a riportare la pace nella zona.



Sulla scia del successo di quell'anno nel varietà "Sabato Sera" insieme a Mina e tanti altri (memorabile il suo duetto con Adriano Celentano), la cantante ballerina Lola Falana partecipa a questo leggero western, fatto di balli, canzonette ma anche di una violenza eccessiva trattata con fin troppa leggerezza. Questa pellicola inizia con una scena di 2 uomini legati a un palo da El Diablo, un prete che prega di non ucciderli e questi che li fa saltare in aria mettendo la dinamite sotto i loro piedi, una scena di una ferocia vista raramente nei western italiani. Ma non finisce qui c'è anche la scena del bambino crivellato da colpi di pistola mentre fuggiva per la città. Come vi dicevo questo film ha una dose di violenza che non guasterebbe neanche se non fosse che dopo neanche 2 minuti ricomincia a ballare sui tavoli Lola Falana cantando delle canzoncine insensate che niente hanno a che vedere con il western. Peter Martell è l'unico che fa salire di qualche punto questa insignificante pellicola. Per il resto il film è davvero poca cosa, la trama sembra poco più di un soggetto, scritta (si fa per dire) dallo stesso Marcellini, in molti punti il regista è molto dispersivo e si allunga in sequenze inutili e fuori luogo, fatte giusto per arrivare ad una durata di almeno un'ora e mezza. Praticamente western di poca cosa, noioso e senza arte ne parte.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus