IL VENDICATORE DI KANSAS CITY

Anno: 1964
Aka:
Cuatro Balazos (Spain) | Four Bullets for Joe (U.S.A.) | Der Rächer von Golden Hill (Germany) | Quatre balles pour Joe (France)
Regia:
Augustin Navarro
Cast:
Fred Canow, Paul Piaget, Barbara Nelli, Fernando Montes, Angela Poitel, Francisco Moran.
Durata: 77 min. eston.
Musiche: Manuel Parada

Katy Dalton viene condannata all'impiccagione per aver ucciso l'uomo con il quale stava lasciando il paese. Nel tentativo disperato di fuggire, Katy finisce sotto le ruote di un carro e muore dichiarando fino alla fine la propria innocenza. Per vendicarla giunge suo fratello Frank, famoso pistolero, e, in coincidenza con il suo arrivo, incomincia una serie di misteriosi delitti, vittime dei quali sono i giurati che votarono per la condanna di Katy. Lo sceriffo indaga, non del tutto convinto che il colpevole sia Frank. Scopre così degli indizi che lo portano a sospettare del suo migliore amico, John. Questi alla fine confessa d'essere stato lui a uccidere, per gelosia, l'uomo che Katy amava e di aver voluto vendicare la morte di lei uccidendo i giurati che l'avevano giudicata colpevole. Lo sceriffo comprende che John è in preda alla follia e tenta di arrestarlo. John fugge e viene mortalmente colpito da Frank. Prima di morire chiede perdono a tutti.



Western molto singolare che vanta una coproduzione Warner Bros. Pellicola molto più che incline a essere un film drammatico/giallo che un vero e proprio western. Qui i pistoleri devono ancora subire la trasformazione di Sergio Leone con abiti sudici e impolverati e si presentano tutti con abiti sgargianti e cotonati anche sotto la polvere del Texas. Complessivamente è un film abbastanza guardabile anche se di scene tipiche di western italiano c'è quasi niente, tutta la pellicola si svolge sulle indagini dello sceriffo e sui possibili colpevoli. Come dicevo anche se guardabile è comunque un western poco incisivo, infatti dopo mezz'ora di film si aspetta già la fine, anche se c'è da aggiungere che la cosa è molto aiutata anche dalle musiche che sono un vero e proprio strazio, in alcuni punti vi è un cantato che sembra a dir poco il lamento di una processione funebre messicana. Filmetto leggero che non propone niente di appassionante per i patiti del genere.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus