GIUSTIZIERE DI DIO

Anno: 1973
Aka:
God's Gunman (U.S.A.) | Le justicier de Dieu (France)
Regia:
Franco Lattanzi
Cast:
William Berger, Donal O'Brien, George Wang, Nuccia Cardinali, Victor Stocchi, Attilio Dottesio, Antonio Dimitri.
Durata: 87 min. eston.
Musiche: Piero Piccioni

Tony Lant, famoso pistolero dell'Arizona, quando il figlio avuto dalla moglie Carol cade per un incidente in un pozzo e muore, abbandona la pistola e la moglie; si fa sacerdote e fonda una missione con annesso orfanotrofio. Assunto il nome di padre Lanthony, il sacerdote ignora che nel sotterraneo della sua chiesa giace nascosto un ingente quantitativo di lingotti d'oro, frutto di una rapina. Due bande contemporaneamente si mettono alla caccia del tesoro e gli uomini di Ramon Orea, detti anche la banda del Tris, immobilizzato il sacerdote, si aprono la strada con la dinamite; si impadroniscono dell'oro ma uccidono i bambini. Tony viene liberato dal pozzo ove è stato gettato dal fido servitore Golia e si mette alla caccia dei banditi. Dopo avere ampiamente confuse le loro azioni, sottraendo le parti del bottino ai rispettivi depositari, il sacerdote attira il superstite Tris nella missione e lo consegna nelle mani dello sceriffo accorso con ingenti forze. Avendo nel frattempo assistito anche alla morte di Carol, schieratasi dalla sua parte, l'ex pistolero si indirizza verso una riserva indiana ove continuare il suo sacro ministero.



Western girato dal misterioso "regista" Franco Lattanzi, sempre nel 1973 dirige anche "6 BOUNTY KILLER PER UNA STRAGE" con Robert Woods, schifosa pellicola come questa. Anche qui dirige ancora una volta un cast discreto di attori tra cui spicca William Berger, ma per il resto la storia è tutta incentrata su chi mette le mani per primo su una cassa di lingotti d'oro. Sparatorie in sottofondo, musiche inesistenti e trovate surreali, tra tutte quelle dell'evasione iniziale è davvero di una stupidità unica, per non parlare dei banditi del "Tris D'Assi" (sic), dialoghi da vero trash movie e interpretazioni da recita scolastica, fanno di questa pellicola una delle più scarse tra il panorama western italiano. Vi sono dialoghi e sequenze che fanno davvero innervosire e in molti punti inizi a chiederti: "Ma che stanno dicendo...??". Quindi inutile parlare di soggetto, sceneggiatura o regia: questo film è un imbarazzante guazzabuglio con pezzi che sembrano girati e doppiati a casaccio e senza alcuna logica. Una vera immondizia audiovisiva, senza dubbio tra i western italiani più brutti.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus