GIU' LE MANI... CAROGNA!

Anno: 1971
Aka:
La balada de Django (Spain) | The Django Story (U.S.A) | Halleluja pfeift das Lied vom Sterben (Germany) | Haut les mains, salaud! (France)
Regia:
Demofilo Fidani
Cast:
Hunt Powers, Gerardo Rossi, Gordon Mitchell, Dean Stratford, Dennis Colt, Simone Blondell.
Durata: 82 min. eston.
Musiche: Lallo Gori

Nel saloon di Tombstone fa il suo ingresso un uomo di mezza età, dall'andatura claudicante, nel quale alcuni avventori non tardano a riconoscere il celebre bounty-killer Django Culter. Pregato dal giovane Bill di raccontare alcune delle sue avventure, il pistolero rievoca la sua lunga battaglia condotta contro la banda dei fratelli Sanchez. Successivamente, dietro le insistenze di Bill, Django rivela come divenne un implacabile nemico dei fuorilegge: fu a causa dell'uccisione dei suoi due fratelli per mano del bandito O'Neil, che egli inseguì ostinatamente fino al conseguimento della vendetta. Django quindi confida a Bill di essere attualmente alla ricerca del più pericoloso dei fuorilegge mai affrontato: Buch Bradley, detto "la Volpe". Rifiutata la collaborazione offertagli da Bill, il pistolero riprende da solo il suo viaggio sulle tracce di Bradley. Sfuggito a un agguato tesogli dal fuorilegge e dalla sua banda, egli riesce ad eliminare tutti gli avversari, compreso il loro temibile capo. Fa quindi ritorno al saloon di Tombstone dove ritrova Bill, rimasto ad attenderlo trepidante per la sua sorte.



Demofilo Fidani più che dirigere un vero film western, si limita a realizzare qualche scena per comporre come una sorta di bricolage, sequenze usate per altri suoi western. La maggior parte delle sequenze infatti sono inserite in film come Quel Maledetto Giorno d'Inverno e Arrivano Django e Sartana... è la Fine!. In quegli anni 1970/71 Fidani girò parecchi western e qui più che fare un film con una vera trama, ricicla il girato per altre pellicole e aggiunge alcune sequenze con Luciano Rossi e un Hunt Powers invecchiato nei panni di un vecchio cacciatore di Taglie. In conclusione il film non è affatto male, perchè essendo realizzato maggiormente da "racconti" e automaticamente ricco di scene d'azione e belle sequenze. L'inizio del film comunque faceva pensare a un piccolo capolavoro di Fidani. Quando arriva un Hunt Powers nei panni di un vecchio zoppo con un bastone, ma ancora in grado di tirare calci e pugni, già si pregusta una chicca western, purtroppo il film poi propone scene per la maggiore con Hunt Powers da giovane. In ogni caso, non è uno dei grandi titoli del regista, è privo di una vera storia e di colpi di scena, ma è un western di sicuro non noioso.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus