SETTE PISTOLE PER EL GRINGO

Anno: 1966
Aka:
Rio maldito (Spain) | Seven Pistols for a Gringo (U.S.A.)
Regia:
Ignacio F. Iquino
Cast:
Gérard Landry, Bruno Piergentili, Alberto Farnese, Gustavo Re, Patricia Loran, Manuel Simon, Gaspar Gonzalez.
Durata: 85 min. eston.
Musiche: Enrique Escobar


In un villaggio del West vengono compiute rapine ed aggressioni da una misteriosa banda che fa poi cadere la responsabilità su degli innocenti, i quali vengono impiccati. Rimasto orfano, in seguito ad una di queste sommarie esecuzioni, Pan accetta l'invito di un ciarlatano che gira su di un carrozzone, spacciandosi per medico dentista, e ne diventa il collaboratore. Ritornato molti anni dopo al villaggio, il giovane ed i suoi amici girovaghi si rendono conto che nel paese nulla è cambiato: le rapine di pelli e le aggressioni ai cacciatori si ripetono. Il giovane, deciso a vendicare la morte del padre, affronta ed uccide Murdock e Gorman, due componenti della banda e riesce a scoprire la spia che per mezzo di piccioni viaggiatori segnalava le partenze delle spedizioni. Una ennesima aggressione e la confusione generata da tardivi contrordini fa scoprire in Torrence, un pacifico e rispettato cittadino, il capo della banda.




Questo poco distribuito western, con una produzione per la maggiore spagnola, vede una influenza più dei classici western americani che di quelli italiani. Regia accreditata a Juan Xiol Marchal anche se per la maggiore fu diretto da Ignacio F.Iquino che ne scrisse anche la sceneggiatura con Roberto Bianchi Montero. Questo western vede tra il cast l'attore Gèrard Landry, padre dello sfortunato attore Marc Porel (chi non lo ricorda nel poliziesco Uomini si nasce Poliziotti si muore di Deodato). Nel ruolo del protagonista invece c'è Bruno Piergentili (alias Dan Harrison) attore divenuto famoso per il personaggio di Simbad. Infatti dopo il successo del personaggio si pensava di lanciarlo nel western italiano credendo potesse emulare Giuliano Gemma, ma l'esito naufragò dopo qualche western. Questa pellicola ispirò anche il personaggio del fumetto "El Gringo" di Max Bunker uscito quasi in contemporanea, anche se c'è da dire che, non si sa chi, abbia ispirato chi, ed è molto più probabile che in Italia uscì con questo titolo proprio a cavallo del successo del fumetto, visto che la storia del film è molto diversa dal fumetto e il personaggio chiamato El Gringo che appare nel titolo non è che ci azzecchi tanto con il resto della pellicola. Complessivamente il film non è un granchè, presenta qualche scena drammatica e qualcuna un pò violenta, come la fustigazione a discapito della bellissima Patricia Loran, ma per il resto è un film altamente soporifero. Anche il finale del film è scarso, per non parlare delle poche sparatorie girate per la maggiore in notturno, quindi si sentono molte pistolettate ma si vede ben poco. Western poco consigliato.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus