DJANGO SFIDA SARTANA

Anno: 1970
Aka:
Django desafia a Sartana (Spain) | Django Against Sartana (U.S.A.) | Django défie Sartana (France)
Regia:
Pasquale Squitieri
Cast:
George Ardisson, Tony Kendall, Josè Torres, Rick Boyd.
Durata: 95 min. eston.
Musiche: Piero Umiliani

A Tombstone, il fratello di Django, Steve gli viene affidata una missione, quella di dare Sartana 3.000 dollari, perché il proprietario della banca pensa Sartana è un rapinatore di banche. Sartana incontra Steve ma rigiuta tale offerta. Nel frattempo il direttore della banca viene trovato morto dai suoi uomini, e la nipote rapita. Uno degli uomini del direttore della banca dice che le sue ultime parole sono state "Steve" e "Sartana". Inoltre la banca viene svaligiata, così per tutti i cittadini, che avevano visto Steve e Sartana insieme, inizia una caccia all'uomo. Steve viene trovato ubriaco in un bordello, e subito linciato sul posto. Quando Django torna in città, trova suo fratello ancora appeso alla forca, e, non credendo alle accuse mosse contro di lui, va alla ricerca di Sartana. Django crede ancora che il vero rapinatore è Sartana così lo sfida a duello. Ma entrambi sono vittima di una macchinazione, e quando lo scopriranno si schiereranno uno al fianco dell'altro contro chi voleva eliminarli.



Da una sceneggiatura dello stesso Squitieri che con lo pseudonimo di William Redford dirige questo suo primo western. Film dalle poche pretese, sopratutto narrative. La storia è infatti la cosa peggiore di questo film perchè non fornisce proprio una storia, ma più che altro un pretesto per mettere in scena i due più leggendari personaggi dei western italiani. Purtoppo dei due personaggi in questa pellicola troverete soltanto i nomi. Tra il cast vi è Tony Kendall, che interpreta un Django con una faccia da fesso rimbambito mai vista, mentre Geroge Ardisson impersona Sartana vestito come un manichino che non ha neanche un trucchetto del'originale, a parte una micro-pistola. Tra il cast bravo Josè Torres nel ruolo dell'indio muto. Forse l'unico "pregio" di questo western è che la vendetta finale, a differenza dei western classici, non ha un vero duello, anzi è perseguita con originale sadismo e il "cattivo" è costretto a subire delle vere umiliazioni con delle corna di cervo in testa per giunta, che i due protagonisti "buoni" gli infliggono prima di uccidere l'uomo in condizioni di evidente inferiorità. Squitieri dirige il suo primo dei suoi due unici western, questo è sicuramente il meno riuscito. I mezzi e il budget sono evidentemente molto bassi, ma questo giustifica solo in parte questa poco esaltante pellicola. Il film oltre ad evidenti errori di ambientazioni e condito anche da distrazioni alquanto grossolane; come ferite che appaiono e scompaiono, oppure nella scena finale in un unica sequenza, Sartana con la stessa pistola spara tra i piedi del "cattivo" senza mai ricaricare ben 8 colpi di pistola. In pratica se amate i personaggi di Django e Sartana e siete estimatori di buon western all'italiana, lasciate perdere questo titolo.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus