DUE CROCI A DANGER PASS

Anno: 1967
Aka:
Dos cruces en Danger Pass (Spain) | Two Crosses in Danger Pass (U.S.A.) | Deux croix pour un implacable (France)
Regia:
Rafael Romero Marchent
Cast:
Peter Martell, Mario Novelli, Nuccia Cardinali, Luis Gaspar, Mara Cruz, Armando Calvo.
Durata: 87 min. eston.
Musiche: Francesco De Masi

A Danger Pass si trova in prigione un individuo che lo sceriffo ritiene innocente del delitto di cui è accusato da Moran, un ricco potente e violento che tiene tutto il paese sotto il terrore di una banda da lui assoldata. Moran, pretende di far giustizia sommaria e finisce per uccidere sia il prigioniero, che lo sceriffo e sua moglie sotto gli occhi dei due figli: Alex e Judy. Mentre Judy viene portata in casa di Moran per crescere in qualità di serva di casa, Alex abbandonato, viene raccolto ed adottato da una famiglia di predicatori. Nonostante l'educazione ricevuta, che gli ha inculcato il sentimento del perdono, il ragazzo cresce e si prepara intensamente alla vendetta. Agisce così con un piano preordinato che vede uccisioni, tentativi di riappacificazione e tradimenti e che termina con lo sterminio della famiglia dei Moran ma anche con la morte della sua amata sorella Judy. Unica superstite resta Gloria figlia di Moran, che Alex risparmia quando dopo aver ucciso Charlie, il figlio di Moran più crudele e cinico del padre, Alex capisce che la vendetta gli ha soltanto tolto e non dato nulla.



Western girato alquanto frettolosamente e con scarsa incisività. In alcuni tratti non si capisce bene qual'è l'intenzione del regista spagnolo, il personaggio di Alex è poco chiaro, in alcuni punti sembra essere lucido e giudizioso in altri sembra trasformarsi senza apparente ragione in un autentico psicotico. Peter Martell anche se bravo nella sua interpretazione non riesce comunque a dare spessore a questo personaggio, come del resto è priva di spessore l'intera pellicola. La trama è scarsamente incisiva e in molti punti sembra che i dialoghi e le scene si allunghino giusto per la durata del film. Anche il tema della vendetta, oggetto principale del film sembra essere impiegato con scarsa validità. Infatti la morte di Moran l'uomo che uccise i genitori di Alex avviene più che per fatalità che per vendetta. In pratica, anche se non è un western totalmente disprezzabile, resta uno di quelli che hanno poco da dire e che non esalta più di tanto. Spaghetti western che visto una volta, difficilmente lo rivedrete.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus