LA MORTE NON CONTA I DOLLARI

Anno: 1967
Aka:
La muerte no cuente los dolares (Spain) | No Killing Without Dollars (U.S.A.) | Der Tod zählt keine Dollar (Germany) | Quand l'heure de la vengeance sonnera (France)
Regia:
Riccardo Freda
Cast:
Mark Damon, Stephen Forsyth, Luciana Gilli, Pamela Tudor, Nello Pazzafini, Allan Collins, Pedro Sanchez, Dino Strano.
Durata: 86 min. eston.
Musiche: Nora Orlandi

Lawrence White torna ad Owel Rock a molti anni di distanza dalla morte del padre ucciso, a quanto si dice, dalla famiglia Lester. Nel paese Lawrence ritrova sua sorella Jane che lo spinge a vendicare la morte del loro padre, ma Lawrence è titubante ed il suo atteggiamento toglie quindi alla famiglia Lester ed al giudice Warren, loro complice ogni motivo di apprensione. Con Lawrence è giunto a Owel Rock un pistolero di nome Harry Boyd che viene assoldato dai Lester. Alcuni fatti misteriosi cominciano intanto ad accadere nel paese ed una alla volta vengono trovate morte alcune persone che furono coinvolte nell'assassinio di White. I sospetti cadono quindi su Lawrence ed i Lester affidano a Boyd l'incarico di catturarlo. Ciò avviene, ma i Lester sono costretti a costatare che in realtà i due giovani agiscono d'accordo. In effetti, Boyd è l'autentico figlio di White, mentre il falso Lawrence non è che il fidanzato di Jane. Raccolte tutte le prove contro i Lester, Lawrence si reca dal giudice Warren e lo convince a riaprire il processo contro gli assassini del padre. Ma questi preparano ai due giovani un'imboscata durante la quale però cadono tutti gli uomini di Lester. Solo Doc sopravvive e viene affrontato personalmente da Lawrence che lo consegna al giudice Warren perché sia fatta giustizia.



Buon western diretto da Riccardo Freda, trama composta da risvolti anche gialli e da molti colpi di scena, gli attori sono bravi, su tutti Mark Damon e Nello Pazzafini, la storia coinvolgente e le scene d'azione non mancano, anche se in alcuni tratti la pellicola si abbandona a scazzotate dispersive e poco inerenti alla trama. Gran nota di merito va comunque a Freda per l'originale finale, e forse uno dei pochissimi western italiani dove il protagonista non consuma la sua vendetta finale ma affida il cattivo alla giustizia. Nel complesso è un western da vedere senza alcun dubbio.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus