CJAMANGO

Anno: 1967
Aka:
La codicia del botin (Spain) | Cjamango (U.S.A.) | Django - Kreuze im blutigen Sand (Germany) | Les deux pistolets de Chiamango (France)
Regia:
Edoardo Mulargia
Cast:
Sean Todd, Livio Lorenzon, Piero Lulli, Helene Chanel, Mickey Hargitay, Pedro Sanchez, Rick Boyd, Remo Capitani.
Durata: 87 min. eston.
Musiche: Felice Di Stefano

Due banditi, El Tigre e Don Pablo, a capo delle rispettive bande aggrediscono Cjamango rubandogli un'ingente quantità d'oro che egli aveva vinto in una partita a poker. Guarito dalle ferite riportate durante l'aggressione, Cjamango decide di recuperare l'oro che nel frattempo è finito nelle mani di El Tigre. Dopo numerose peripezie, Cjamango rientra in possesso dell'oro, ma El Tigre riesce ancora una volta a sottrarglielo minacciando di uccidere Manuel, un bambino messicano che si è affezionato a Cjamango. Nel frattempo, Don Pablo decide di assalire il ranch di El Tigre per vendicarsi del rivale e per impadronirsi dell'oro. Lo scontro fra le due bande è violentissimo: Don Pablo riesce a fuggire con l'oro, ma, inseguito da El Tigre, soccombe in un duello. Sopraggiunge Cjamango che a sua volta elimina El Tigre, ma viene fermato da un agente federale incaricato di recuperare l'oro, che hli dice che quell'oro è frutto di un rapina. Cjamango si allontana portando con sé il piccolo Manuel.



Da una sceneggiatura di Vincenzo Musolino che ne cura anche la produzione, Edorado Mulargia dirige Sean Todd nel ruolo del pistolero con l'impermeabile di pelle chiamato Cjamango. Questa pellicola anche se poco originale nel racconto si differenzia oltre che per l'originale personaggio, anche per alcune sequenze sino ad allora poco frequenti. Ad esempio la morte della co-protagonista femminile Perla (Helene Chanel) e il finale in cui il freddo pistolero a cui pare interessare solo l'oro, lascia l'oro per portare con se il piccolo Manuel (rimasto orfano). Musolino come sempre si differenzia per violenza nei suoi pochi western, ma lo fa non in una maniera banale. Anche se il film è diretto da Mulargia, in molte scene si vede la mano del regista/attore calabrese. Come la scena in cui Piero Lulli lega il piccolo Manuel con una carica di dinamite, costringendo Cjamango a dire dove ha nascosto l'oro oppure la simpatica scena iniziale in cui Pedro Sanchez e Sean Todd devono giocarsi l'oro a poker, ma lo fanno con le carte napoletane. Piccolo omaggio di Musolino e Mulargia negli anni in cui imperversavano pseudonimi per spacciare ogni pellicola prodotta in Italia come produzioni americane, i due registi firmano in questo modo il loro western di fattura tutta italiana. Western lodevole, ben fatto, con ottime e bellissime inquadrature. Il personaggio di Cjamango ha avuto altri 2 western, il violentissimo : "Chiedi Perdono a Dio...Non a Me!" di Vincenzo Musolino e "Adios Cjamango" dello spagnolo Zabalza.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus