BUCKAROO - IL WINCHESTER CHE NON PERDONA

Anno: 1967
Aka:
Buckaroo (Spain) | The Winchester Does Not Forgive (U.S.A.) | Buccaroo - Galgenvögel zwitschern nicht (Germany) | Buckaroo ne pardonne pas (France)
Regia:
Adelchi Bianchi
Cast:
Dean Reed, Ugo Sasso, Livio Lorenzon, Monica Brugger, Omero Gargano.
Durata: 87 min. eston.
Musiche: Lallo Gori


Lasch e un amico, mentre in diligenza si recano a prendere possesso di una miniera situata vicino ad un paesino nei pressi del confine messicano, vengono assaliti da una banda di fuorilegge, capeggiata da Monteiro. D'accordo con quest'ultimo, Lasch soltanto rimarrà vivo dopo aver ucciso a tradimento il proprio compagno. Vicino alla miniera trova la fattoria e il giacimento aurifero del vecchio Johnny, ma Lasch, uomo di pochi scrupoli, riesce, intimorendo e cercando di impedire a chiunque vi voglia lavorare, a far sì che l'azienda vada sempre più in malora, sperando così di diventarne un giorno il padrone. In pochi anni diventa il più ricco e potente proprietario della zona e, forte di ciò, gli riesce facile soggiogare la maggior parte del paese, mettendo così sempre in maggiore difficoltà Johnny. Un giorno giunge in paese Buckaroo, un domatore di cavalli selvaggi, che accetta di lavorare per il vecchio, il quale muore in una imboscata. Quando Buckaroo cerca di costituire un gruppo di uomini per controbattere quelli di Lasch, sopraggiunge di nuovo Monteiro. Dopo alterne vicende Buckaroo riesce però a ripristinare l'ordine del paese mettendo fuori combattimento Lasch in cui ha scoperto l'assassino del padre.



Un western privo di ogni interesse, poco incisivo nell'azione e scarso nella storia. Spicca solo Livio Lorenzon come al solito nel ruolo del cattivo senza scrupoli. La regia di Bianchi è un pò distratta e sopratutto sconclusionata nella storia. Ultimo film di Adelchi Bianchi che scomparve proprio pochi mesi dopo. Questo western con Dean Reed che in altri casi ha fatto anche ottimi film è un filmetto leggero. Il protagonista addirittura canta una canzone mentre bivacca nella prateria, una cosa disgustosa da vedere se si è abituati ai freddi pistoleri dei western italiani. Dean Reed scrisse anche un'altra canzone per questo film che apre anche i titoli iniziali... se avete stomaco forte ascoltatela. Nel complesso è un western che delude, sia nelle scene d'azione che per alcune sequenze che sfiorano addirittura il trash. Vi è ad esempio una scena in cui Livio Lorenzon sta tenendo un'agguato a Buckaroo (Dean Reed) e viene fermato dal suo socio un bandito messicano che gli dice: "fermo! Prima di ucciderlo dobbiamo chiedergli perchè è ritornato..." In pratica è un western girato più per pubblicizzare in quegli anni il cantante Dean Reed che per fare un vero film western. Pellicola nel complesso altamente scarsa.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus