BASTARDO, VAMOS A MATAR

Anno: 1971
Aka:
Vamos a matar el gringo (Spain) | Bastard, Go and Kill (U.S.A.) | Kopfgeld für Chako (Germany) | Chaco (France)
Regia:
Gino Mangini
Cast:
George Eastman, Lincoln Tate, Franco Lantieri, Antonella Steni, Furio Meniconi, Remo Capitani.
Durata: 77 min. eston.
Musiche: Carlo Rustichelli


Chaco un giovane messicano, mentre sta per essere impiccato in territorio americano perché accusato, ingiustamente, di aver sedotto una ragazza, Susanna, riesce a fuggire ed a fare ritorno a San Rosario, un paese nel Messico, ma viene raggiunto da Slim, un pistolero ostinato cacciatore di taglie, il quale intende riportarlo negli Stati Uniti. Prima che Slim possa attuare il suo proposito, Chaco viene accusato, ancora una volta ingiustamente, dell'uccisione di due possidenti del luogo. Il pistolero non tarda a rendersi conto che il giovane messicano è del tutto estraneo al duplice delitto ed individua i veri responsabili: Don Felipe Morena, un ricco e prepotente proprietario terriero, mandante dell'assassinio, ed il bandito Sanchez, l'esecutore. Associatosi a Chaco, Slim si reca con questi alla fattoria di Don Felipe, ma trova che costui è stato ucciso da Sanchez. Decisi a punirlo, Slim e Chaco affrontano la banda di Sanchez riuscendo a sgominarla.



Roberto Mauri scrive e dirige questo 2° dei suoi 3 western sul personaggio di Spirito Santo. Roberto Mauri uno dei registi più confusionali del panorama western, purtroppo anche questa volta gira questo western insieme all'altra sua pellicola: "Spirito Santo e le 5 magnifiche canaglie" usando molte scene per entrambi i film, triste operazione a cui Mauri non era nuovo. In più il regista anche avvalendosi di un cast di attori di alto livello, riesce ad inpiegarli davvero a malo modo. Infarcisce la pellicola di personaggi bizzarri al limite del Trash. Al simpatico visone di Remo Capitani gli fà interpretare il bandito sanguinario Diego D'Asburgo. Ma non si ferma qui la banda di 4 canaglie è davvero da Oscar del Trash. Ken Wood nel ruolo di un Garibaldino con accento siciliano, Aldo Berti nell'irlandese detto Caccola che si scaccola con bombetta rossa e spille Heavy Metal, Omero Capanna e Augusto Funari rispettivamente negli ispiegabili personaggi chiamati Il Prete è Morgan Il Pirata, che però parlano come Stanlio e Ollio. Insomma buoni attori impiegati in personaggi di una indecenza visiva quasi unica. Complessivamente il film non è granchè neanche come scene di azioneè abbastanza confuso e poco coinvolgente, ha una trama piatta e scialba, anzi si può dire che è un pessimo western. In finale 2° western della trilogia vergognosa di Roberto Mauri sul personaggio di Spirito Santo interpretato da Vassili Karis.

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus