I BANDOLEROS DELLA DODICESIMA ORA

Anno: 1972
Aka:
Los bandoleros (Spain) | Now They Call Him Sacramento (U.S.A.) | Sacramento - värst i västern (Germany)
Regia:
Alfonso Balcazar
Cast:
Michael Forest, Fernando Bilbao, Malisa Longo, Antonio Molino Rojo, Luigi Bonos, Fernando Rubio, Indio Gonzales.
Durata: 84 min. eston.
Musiche: Willy Brezza


Un falso prete, il suo fratellastro e il loro padre rapinano un treno, impadronendosi di una cassa piena di dollari, appartenenti ai contadini di La Paz City e destinati a saldare i loro debiti presso la banca del signor Gray. Costui, che, per impedire i pagamenti e poter in tal modo appropriarsi le loro terre, aveva predisposto che fossero i suoi uomini a svaligiare il convoglio, ordina loro di recuperare quei soldi a ogni costo. Dopo essere stati sottratti ai propri figli dal padre e poi ripresi dalla gang di Gray, i dollari tornano infine nelle mani dei tre rapinatori. Costretti a rifugiarsi in una casupola, assediata dagli uomini di Gray e dello sceriffo, i 3 riescono non soltanto a mettere in salvo loro stessi e il denaro, ma anche a infliggere agli avversari una robusta lezione. Mentre Gray e gli altri abbandonano precipitosamente La Paz, i figli costringono il vecchio a restituire ai contadini i loro soldi. Infine, salgono a cavallo e abbandonano il paese nel quale, intanto, un candelotto di dinamite ha fatto sgorgare il petrolio.



Alfonso Balcazar sulla scia del successo dei Trinità di Barboni, mette su anche lui la sua coppia per un western comico. Il duo fatto da Michael Forest e Fernando Bilbao è purtroppo poco riuscito. Il risultato sono gag molto riprese da Trinità e una trama altrettanto ricalcata. Michael Forest nel ruolo del Trinità di turno, è con una evidente pancetta e con un ghigno anche poco simpatico, mentre l'altro dei due, Fernando Bilbao molto ricalcato su Bud Spencer aiutato anche dal doppiaggio di Glauco Onorato che dava anche la voce a Bud, dovrebbe essere il bestione senza cervello che pensa solo al cibo, ma neanche funziona tanto e poi non è poi tanto grassone, come lo chiamano nel film. I due per gran parte del film sono aiutati da Luigi Bonos che impersona il loro padre messicano, che si chiama casualmente anche Bambino. Complessivamente il film offre poco più di 80 minuti spensierati, pellicola che non annoia e non diverte, resta una commedia western non del tutto disprezzabile, ma nel complesso poco riuscita.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus