L'APACHE BIANCO

Anno: 1986
Aka:
Apache Kid (Spain) | White Apache (U.S.A.) | Der weiße Apache - Die Rache des Halbbluts (Germany) | Valkoinen apassi (France)
Regia:
Bruno Mattei & Claudio Fragasso
Cast:
Sebastian Harrison, Albert Farley, Lola Forner, Alan Collins, Cinzia De Ponti.
Durata: 95 min.
Musiche: Luigi Ceccarelli

Un gruppo di mormoni viene massacrato da una banda di assassini, al massacro sopravvive solo una donna incinta, anche grazie all'intervento di un gruppo di Apache. La donna viene condotta al loro villaggio ma muore dopo aver dato alla luce il figlio. Il bambino viene così cresciuto dal capo indiano Orso Grigio. Divenuto adulto è conosciuto come Shine Sky, s'innamora di una giovane squaw, ma durante una lite uccide accidentalmente il suo fratellastro Lupo Nero. Così Shine Sky è costretto a lasciare il villaggio e la donna che ama per conoscere il crudele mondo dei bianchi. Ma quando questi minacciano la sua gente, Shine Sky torna al suo villaggio per combattere e proteggere il suo popolo.

Questo film basato sulla storia vera di un bambino irlandese cresciuto dagli Apache del Colorado. Le basi per farne una pellicola accattivante c'erano tutte, purtroppo Mattei & Fragasso si soffermano poco sulla storia del bambino bianco che cresce nel mondo indiano, anzi usano tale pretesto, più per giustificarne la violenza che per sottolinearne la cultura. Così sulla scia del western americano "Soldato Blu" e mischiando qualche spunto da "Navajo Joe" di Corbucci, i due registi sfornano una pellicola non del tutto da buttare, ma poco concludente in conclusione. Anche gli attori sono molto fuori parte, in più la storia è condita con violenza a tratti anche sadica, ma un sadismo stupido e gratuito, per non parlare delle scene di nudo buttate a casaccio. In pratica in questo western, gli uomini bianchi sono tutti dei razzisti e maniaci sessuali e le donne bianche quasi tutte delle ninfomani assatanate. Anche alcune scene sono davvero inspiegabili, come quella iniziale dove un bandito si diletta a torturare una donna dopo che questa gli ha sparato una fucilata dritta nella pancia. In conclusione un western di poco conto se si vuole parlare di spaghetti western. L'indiano con la gallina è comunque da antologia del trash-movie. La coppia Fragasso-Mattei in quegli anni sperimentavano e spaziavano in quasi tutti i generi cinematografici. Si pensi che per girare l'horror "Rats-Notte di Terrore" usavano di nascosto il set di Sergio Leone di "C'era una volta in America". Comunque c'è anche da dire, che confezionavano film con budget letteralmente da fame. Questo fà parte della cosidetta trilogia del trash sulla "Questione indiana" che inizia con "Al di là dell'Odio" del 1971 e si conclude con "Scalps" nel 1987.

 

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO

 


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus