ALL'ULTIMO SANGUE

Anno: 1968
Aka:
Bury Them Deep (U.K.) | Den Geiern zum Fraß (Germany) | Jusqu'à la dernière goutte de sang (France)
Regia:
Paolo Moffa
Cast:
Craig Hill, Ettore Manni, Ken Wood, José Creci, Francesco Santovetti, Josè Torres.
Durata: 93 min. eston.
Musiche: Nico Fidenco


Clive Norton, giovane capitano della polizia di frontiera, viene incaricato dal suo colonnello di recuperare due carichi d'oro scomparsi durante un trasferimento. Con l'aiuto di Ted Hunter, un condannato a morte da lui liberato con uno stratagemma, Clive scopre che la rapina è stata messa in atto da due bande di criminali, la prima agli ordini del messicano Cordero, l'altra comandata dall'americano Gun, fratello di Ted. Norton e Hunter riescono ad introdursi tra gli uomini delle due bande e, giocando d'astuzia, fanno in modo di mettere gli uni contro gli altri. I banditi si eliminano a vicenda, Clive riesce a recuperare l'oro e Ted viene graziato per l'apporto dato alla riuscita della missione.



Iniziamo subito col dire che senza ombra di dubbio, questo è il miglior film interpretato da Ettore Manni e da Ken Wood, entrambi nei ruoli magistralmente impersonati di due fratelli fuorilegge, che si ritroveranno l'uno contro l'altro. Da un soggetto di Vincenzo Dell'Aquila e una sceneggiatura di Enzo Dell'Aquila e Paolo Moffa. Quest'ultimo dirige ottimamente questo buon western, con Aristide Massacesi come operatore. Il film offre ottime sequenze e un ritmo sopratutto nella seconda parte che non lo rende mai noioso. Molto originale la sequenza del duello tra i due fratelli Ettore Manni e Ken Wood con i coltelli, mentre si rotolano in un lago di fango. Senza dubbio il film prende netta ispirazione dai western di Sergio Leone, forse anche troppa, come per la trama, due partner poco amici entrambi sulle tracce di un bandito sadico, oppure la scena nel deserto che richiama moltissimo "Il Buono Il Brutto Il Cattivo". Il film utilizza anche alcuni set dei film di Leone, in particolare la famosa banca di El Paso. La prima metà del film purtroppo è piuttosto lenta, con troppe scene dei due a cavallo anche se sono accompagnate dalle belle note musicali di Nico Fidenco. In compenso invece la seconda parte del film è molto avvincente, ricca di sparatorie, colpi di scena e un ottimo ritmo visivo. Alcune scene sono girate in ottime location spagnole, altre fanno pensare più a delle cave di inerti o sabbia lavata. Anche il covo dei banditi è parecchio stravagante, si trova in una grotta illuminata in una maniera bizzarra e poco realistica. Complessivamente non è un western tra i più memorabili, ma ha dei punti forti per cui vale la pena di non lasciarselo sfuggire.

<<TRAILER>>

<<SCENA DAL FILM>>

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus