AGGUATO SUL GRANDE FIUME

Anno: 1963
Aka:
Los cuatreros del Mississippi (Spain) | River Pirates of the Mississippi (U.S.A.) | Die Flußpiraten vom Mississippi (Germany) | Les pirates du Mississippi (France)
Regia:
Jurgen Roland
Cast:
Tony Kendall, Brad Harris, Horst Frank, Dan Vadis, H.J.Felmy, Barbara Simoni.
Durata: 85 min. eston.
Musiche: Willy Mattes


Una banda di pirati imperversa sul Mississipi e prende di mira particolarmente un pacifico paese. Un avventuriero tenta di porre rimedio al fatto, ma l'impresa non risulta semplice.



Tratto dal romanzo di Friedrich Gerstäcker. In quel periodo i tedeschi si ritenevano capaci di realizzare western di imitazione americana. Questa è una co produzione Italiana, francese e tedesca. Purtoppo quasi tutti i film partoriti da queste coproduzioni hanno portato prodotti ibridi, un po' western, un po' avventuroso, un po' piratesco ma niente di concreto. Alcune scene di questa pellicola dicono siano state girate anche da Gianfranco Parolini, per il resto è un film ben fatto e piuttosto avvincente. Tony Kendall impersona il capo indiano Aquila Nera, che riproporrà 2 anni dopo nell'altro western avventuroso I Gringos Non Perdonano di Alberto cardone. Kendall ha sempre sostenuto che gli è stato offerto da Sergio Leone il ruolo dello Straniero Senza Nome in Un Pugno Di Dollari, dopo Leone l'aveva visto interpretare il personaggio di Aquila Nera.

 

LINK FILM COMPLETO:

NON DISPONIBILE


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus