7 PISTOLE PER UN MASSACRO

Anno: 1967
Aka:
Adios Hombre (Spain) | Seven Pistols for a Massacre (U.S.A.) | Das Todeslied von Laramie (Germany) | Adios Hombré (France)
Regia:
Mario Caiano
Cast:
Craig Hill, Giulia Rubini, Eduardo Fajardo, Piero Lulli, Roberto Camardiel, Eleonora Vargas, Nello Pazzafini.
Durata: 86 min. eston.
Musiche: Francesco De Masi


Will, un pistolero, torna al paese natio dopo dieci anni passati in galera sotto l'imputazione di omicidio e trova subito ostilità tanto nella popolazione quanto nella donna della quale era fidanzato. Ma lo consola il fatto che questa, diventata padrona del saloon, è rimasta fedele alla sua memoria e si mostra incline ad accettare la sua versione dei fatti. Però nel frattempo giunge sul posto anche dei banditi che intendono rapinare una corriera carica d'oro. Avendo sbagliato i calcoli, i banditi arrivano però anzi tempo e, per evitare sorprese al momento opportuno, imprigionano tutti gli uomini dopo avere ucciso chiunque abbia accennato a un'azione di resistenza. Will, che tra l'altro ha scoperto come nella banda si celi il responsabile della sua ingiusta condanna, viene a sua volta imprigionato. Liberatosi il pistolero riesce a impadronirsi del suo diretto avversario e a condurlo al paese vicino, ottenendo di venire scagionato. Quando la diligenza attesa giunge nel paese, i banditi hanno la sgradita sorpresa di trovarla gremita di uomini dello sceriffo che anche con l'aiuto di Will li sterminano in uno scontro a fuoco senza pietà.



Mario Caiano è un regista che ha fatto la mano al western, riuscendo a darci quasi sempre dei film accettabili. Certo non sempre dalla grande consistenza nella trama, ma sicuramente dal buon contenuto spettacolare. Questo è, ad esempio, un film abbastanza scorrevole, con una buona storia e ottimamente interpretato. Anche se non è ricco di sequenze memorabile ha una storia abbastanza accattivante che non annoia quasi mai, rendendo la pellicola molto gradevole e altrettanto interessante, cosa retta anche grazie a un ottimo cast di attori bravi e convincenti. Al cinefilo più appassionato la trama ricorda davvero tanto la situazione di un film d'azione americano molto più famoso: "Die Hard-Trappola Di Cristallo" del 1988 con Bruce Willis. Da dire che nel film di John McTiernan nel finale Alan Rickman rivolgendosi a Bruce Willis fa riferimento proprio ai pistoleri dei western. Coincidenze?.... mah! comunque questo è un buon western, con anche buone musiche di Francesco De Masi. In pratica un film che merita sicuramente. Da valutare e sopratutto rivalutare!

LINK FILM COMPLETO:

DISPONIBILE
AUDIO ITALIANO


 

Un sito ideato e creato da AL P.Mangini.
Le immagini (foto, locandine, ecc) presenti in questo sito appartengono ai legittimi proprietari (case di produzione, registi, autori ecc) che ne detengono i diritti di copyright
i testi e i loghi uniti al progetto grafico sono esclusivo di www.spaghettiwesterndatabase.net -
Gli articoli sono di SPAGHETTI WESTERN DATABASE STAFF.

Informativa ai sensi dell’art. 13 D.LGS. 30 giugno 2003 n.196
Il sito non utilizza cookie di profilazione ma solo cookie tecnici ai fini del corretto funzionamento delle pagine di questo sito.
Se accedi a un qualunque elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Vuoi saperne di più.
comments powered by Disqus